Navigation

Risparmiare ma non sulla formazione e la ricerca

In Parlamento è iniziata la discussione dul programma di stabilizzazione: non si taglierà neppure nella cooperazione internazionale e nell'innovazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 novembre 2016 - 20:13

Anche la ricca Svizzera deve risparmiare. Ma è molto difficile decidere quanto e in quali settori della spesa pubblica. Oggi al Consiglio nazionale è iniziato il dibattito sul programma di stabilizzazione 2017-2019 proposto dal Consiglio federale. E per ora i deputati hanno già deciso di non tagliare troppo nella cooperazione internazionale, nella formazione, nella ricerca e nell'innovazione; e di non tagliare del tutto sui pagamenti diretti per i contadini.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.