Navigation

Ridurre il debito pubblico

Anche in futuro quando i conti della Confederazione chiuderanno con delle eccedenze, queste dovranno essere usate obbligatoriamente e interamente per diminuire il debito

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2016 - 20:13

Ridurre il debito pubblico deve restare una priorità per la Confederazione. Secondo il Consiglio nazionale - che oggi ha votato una mozione in merito - anche in futuro quando i conti dello Stato chiuderanno con delle eccedenze, queste dovranno essere usate obbligatoriamente e interamente per diminuire il debito pubblico - e non potranno dunque essere reinvestite l'anno successivo. Una possibilità attualmente al vaglio del Consiglio federale.

Detto ciò, le eccedenze bisognerà anche farle. La Confederazione nei prossimi anni potrebbe chiudere con dei pesanti passivi. E proprio per questo in serata al Nazionale è iniziato anche il dibattito sul programma di stabilizzazione 2017/2019 - un pacchetto di risparmi miliardari - e la discussione proseguirà domani

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.