La televisione svizzera per l’Italia

Ribaltone alla Ruag, lascia il nuovo presidente

Nicola Perrin
Uscita di scena per Nicola Perrin, presidente della Ruag dalla scorsa estate. KEYSTONE/© KEYSTONE / ANTHONY ANEX

Dimissioni di Nicolas Perrin, alla testa del cda del costruttore d'armamenti, di proprietà della Confederazione, dalla scorsa estate.

Secondo quanto ha anticipato il quotidiano Neue Zürcher Zeitung il presidente della Ruag e il Dipartimento federale della difesa (DDPS) hanno concordato l’uscita di scena del dirigente 65enne.

Non sono noti i motivi della decisione che per certi versi è inaspettata, visto che Nicolas Perrin aveva assunto la carica la scorsa estate dopo essere stato dal 2008 al 2020 ceo della società ferroviaria SBB Cargo. Dovrebbe restare in carica finché non verrà trovato un suo successore.

+Il Governo dice no alla riesportazione di Leopard I verso l’Ucraina

Non si tratta del solo cambiamento all’interno dell’azienda d’armamenti. Recentemente è stato infatti designato Ralph Müller come nuovo ceo. 

Inoltre l’estate scorsa RUAG è stata al centro delle cronache dopo aver concordato a inizio 2023 la cessione alla società tedesca di armi Rheinmetall di 100 Leopard-1 destinati all’Ucraina attraverso un paese terzo.

Poiché i carri armati di RUAG appartengono alla Confederazione, il Governo federaleCollegamento esterno ha stabilito che una vendita violerebbe la legge di neutralità e lo scorso giugno ha bloccato l’accordo di vendita.

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR