Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Graduatoria RSF Svizzera quinto paese per libertà di stampa

Primo piano di espositore di giornali con copie di: Basler Zeitung, Schweiz am Wochenende e Tages Anzeiger

Immagine d'archivio.

(© KEYSTONE / ALEXANDRA WEY)

La Svizzera è al quinto posto, nella classifica sulla libertà di stampa stilata ogni anno da Reporter senza frontiere (RSF). Guadagna due posizioni rispetto alle graduatorie 2016 e 2017.

La situazione dei media è peggiorata in molti paesi europei, scrive RSF nel suo rapportoLink esterno. È dunque la stabilità a portare la Confederazione in quinta posizione.

La libertà di stampa è pregiudicata anche in Svizzera da almeno cinque fattori critici rilevati dagli espertiLink esterno.

La pressione economica sui media privati, in particolare giornali, è aumentata: il calo della pubblicità ha portato a ridurre il numero di giornalisti, con maggiore stress per chi resta in redazione.

Redazioni che, in diversi grandi gruppi editoriali, sono state raggruppate per ragioni economiche e questo porta a una perdita di diversità fra i media (come accade con le "newsroom" di Tamedia che producono pagine comuni per tutti i titoli del gruppo).

(1)

Graduatoria sulla libertà della stampa stilata da Reporter senza frontiere, prime dieci posizioni + Italia

Intanto nel 2017, a proposito di perdita di pluralità, è scomparso l'Hebdo. È stato inoltre ristrutturato Le Temps.

La fusione fra l'Agenzia telegrafica svizzera e quella fotografia Keystone causerà invece secondo gli autori del rapporto un calo della qualità, oltre ad aver comportato la soppressione di posti di lavoro fra i redattori delle tre lingue.

(2)

Servizio del TG sulla graduatoria 2018 di RSF sulla libertà di stampa

Non manca, nel rapporto, un riferimento alle attività e al finanziamento della Società svizzera di radiotelevisioneLink esterno SSR, rimessi in discussione con la votazione sull'iniziativa 'No Billag' (che avrebbe comportato la soppressione del servizio pubblico radio-tv).

L'iniziativa popolare è stata bocciata, ma la SSR dovrà dovrà risparmiare 100 milioni di franchi e ci si attende un dibattito molto teso attorno alla nuova legge sui media elettroniciLink esterno.

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 25.04.2018)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box