Navigation

Redline, la sfida svizzera agli smartwatch

Le imprese elvetiche vogliono entrare mercato degli orologi tecnologici del futuro

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2015 - 21:13

Partite in ritardo rispetto la concorrenza, le aziende svizzere stanno cercando di recuperare terreno nel lucroso e strategico mercato degli smartwatch. È il caso della Hyetis, piccola startup ginevrina che commercializzerà a breve Redline, un gioiellino tecnologico da 3'700 dollari che interagisce con il suo proprietario.

Ma l'Apple WatchLink esterno presentato lo scorso settembre ha messo paura all'industria orologiera elvetica che per il momento ha risposto solo con l'e-strap della Montblanc, un cinturino tecnologico abbinabile ai tradizionale orologi. Ma la vera sfida, per non perdere il treno del futuro, sarà quella di combinare l'arte dei maestri orologiai svizzeri con l'evoluzione del mercato informatico e del web.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.