Navigation

Accordo fallito, atenei svizzeri in ansia

IL campus del Politecnico federale di Losanna. Dopo il fallimento dell'accordo, sembra oramai inevitabile che le alte scuole elvetiche saranno escluse dai programmi di ricerca europei. Keystone / Laurent Gillieron

Università e politecnici elvetici potrebbero vedersi emarginati dai progetti di ricerca europei dopo lo stop all'accordo quadro.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 maggio 2021 - 22:41

Università e politecnici svizzeri sono seriamente preoccupati per le conseguenze dell’abbandono delle trattative sull'accordo quadro con l’Unione europea. Sembra oramai inevitabile che le alte scuole elvetiche saranno escluse dai programmi di ricerca europei. Astrid Epiney, rettrice dell'Università di Friburgo e vicepresidente dell’organizzazione Swissuniversities non si fa illusioni e ritiene che non basterà neppure il versamento del miliardo di coesione (altro tema che non fa l’unanimità e in corso di discussione in questi giorni) per fare cambiare idea a Bruxelles per quanto concerne le università svizzere.

Un pessimismo che la docente di diritto europeo motiva “con la minaccia espressa più volte a chiare lettere dalla Commissione europea di escludere gli atenei elvetici dal programma di ricerca “Horizon Europe” in caso di mancata sottoscrizione dell'accordo quadro” E prevede conseguenze molto gravi per le scuole svizzere che potrebbero quindi perdere “l'accesso paritario alle grandi ricerche europee”. E la piazza elvetica rischierebbe di diventare “meno competitiva e meno attrattiva per i ricercatori di punta europei”.

Di fronte a questi scenari, per Epinay, non rimarrebbe che tentare di rafforzare “le collaborazioni bilaterali con istituti di altri Paesi, ma sarebbe difficile così avviare grandi progetti di ricerca, non da ultimo, per la mancanza di fondi”. Swissuniversities chiede perciò al Consiglio federale di indicare come intende contrastare o limitare i danni per gli atenei nazionali.

Contenuto esterno


tvsvizzera.it/fra con RSI


Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.