Navigation

Piste da sci separate per gli amanti della velocità?

Il direttore dell'organizzazione svizzera delle scuole e dei maestri di sci propone di creare piste dedicate esclusivamente a chi vuole sciare più velocemente. Ma l'idea non convince molto i responsabili degli impianti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 dicembre 2019 - 11:12
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 06.12.2019)
Piste separate permetterebbero di ridurre gli incidenti? Keystone / Angelika Warmuth

La neve è attesa sempre con ansia dagli amanti degli sport invernali, ma con lei arrivano anche gli infortuni. Tra i 60'000 e i 70'000 ogni anno su sci e snowboard in Svizzera.

E più la montagna è affollata più il rischio di incidenti è alto. Persone ferme dietro un dosso, chi non riescono ancora a controllare bene gli sci, chi non presta attenzione, ...

Secondo Riet Campell, direttore dell'organizzazione svizzera delle scuole e dei maestri di sci, bisognerebbe creare delle piste apposite per chi vuole sciare più velocemente per essere sicuri di non ritrovarsi "ostacoli umani" sul percorso.

Ma non tutti sono convinti. Ci potrebbe essere chi, sopravvalutando le proprie capacità, si sentirebbe tentato a lanciarsi in modo sconsiderato, ipotizzano alcuni. Secondo il responsabile di un impianto sciistico engadinese, intervistato nel servizio della Radiotelevisione svizzera, questa idea non sarebbe neanche economicamente sostenibile.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.