Navigation

Profughi africani occupano chiesa a Losanna

Sei migranti protestano contro il rinvio in Italia, paese da cui sono transitati per fuggire dalla loro patria

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 marzo 2015 - 21:19

Sei migranti eritrei ed etiopi, destinatari di un provvedimento di rinvio in Italia, non intendono lasciare la Svizzera e per protestare contro la decisione delle autorità elvetiche hanno occupato per protesta la chiesa di Saint Laurent a Losanna da ormai 4 giorni.

La situazione non sembra però avere vie d'uscita. I vertici della chiesa evangelica riformata vodese si oppongono all'iniziativa ma alcuni volontari sostengono le ragioni dei profughi, che lamentano persecuzioni e angherie varie nei loro paesi d'origine.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.