Prodotto dalla Pilatus Un nuovo "Swiss Air Force" per il governo elvetico

Il governo svizzero e i sui sette membri d'ora in poi potranno volare su un aereo progettato e costruito in Svizzera, guidato da piloti delle Forze aeree elvetiche. È stato infatti consegnato al presidente della Confederazione il nuovo Swiss Air Force della Pilatus.


Lo annuncia lunedì con orgoglio il Dipartimento federale della difesa, comunicando la consegna ufficiale alla Confederazione del nuovo "business jet", un PC-24 della Pilatus. Non sarà imponente come l'Air Force One del presidente americano ma il nuovo jet della Pilatus ha il suo perché: può atterrare un po' ovunque anche sulla sabbia.

L'aereo, stazionato nella base federale dell'aeroporto di Berna-Belp, è lungo 17 metri, con una cabina larga 1,7 metri e un'autonomia di 3'610 chilometri. Il jet, che può portare fino a 10 persone, sostituirà il Cessna Citation 560 Excel, il velivolo che da 12 anni assicurava i voli di servizio per consiglieri federali e alti funzionari autorizzati.

Alla cerimonia di consegna c'erano il presidente della Confederazione Ueli Maurer, il presidente del Consiglio d'amministrazione della Pilatus Oskar J. Schwenk, che gli ha consegnato le simboliche chiavi, e il comandante delle Forze aeree, Bernhard Müller.

Parole chiave