Navigation

Prevista ondata di profughi verso il Ticino

Il Centro di registrazione di Chiasso è al completo

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2014 - 22:28

Il Centro di registrazione asilanti di Chiasso è già al completo ma si teme una nuova ondata di profughi eritrei che dall'Italia si dirige verso la frontiera svizzera. Del resto, è cronaca delle ultime settimane, con l'arrivo della bella stagione sono ripresi gli sbarchi di rifugiati sulle coste meridionali della Penisola e il loro numero è in sensibile crescita rispetto agli scorsi anni. Intanto però nel Mendrisiotto sta dando risultati positivi il progetto di impiego dei richiedenti asilo, su base volontaria, per interventi di utilità pubblica. L'iniziativa, partita nel 2005 a Chiasso e sostenuta dalla Confederazione, ha consentito di migliorare sensibilmente la convivenza tra profughi e popolazione locale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.