Navigation

Legge sul riciclaggio mitigata dalle Camere

Sul fronte sanitario, oltre alle precauzioni ben visibili nell'immagine, sono stati introdotti test PCR salivari ogni tre giorni per i parlamentari. Keystone / Alessandro Della Valle

Si è aperta lunedì la Sessione primaverile delle Camere federali a Berna, dove i politici e il personale impiegato a Palazzo sono tutti stati invitati a sottoporsi a un test salivare per il Covid-19. Il Consiglio nazionale (camera bassa) ha aperto i lavori con una modifica alla Legge sul riciclaggio di denaro, il Consiglio degli Stati (camera alta) accogliendo la ratifica di un trattato di assistenza giudiziaria tra la Svizzera e l'Indonesia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 marzo 2021 - 21:10

Sul fronte sanitario, Il Parlamento ha quindi accolto l'invito del Consiglio federale (governo) a effettuare esami capillari durante la sessione. I deputati potranno farsi testare due volte alla settimana e nell'arco di tre ore riceveranno il risultato via SMS. In caso di positività dovranno naturalmente mettersi in isolamento e seguire le indicazioni delle autorità cantonali.

La partecipazione ai test PCR salivari -che sono più precisi dei test rapidi e non richiedono la presenza di personale medico specializzato- è volontaria ma fortemente raccomandata. Gli esami completano il già esistente piano di protezione, che non muta: mascherina obbligatoria, pannelli in plexiglas, accesso all'edificio solo ai collaboratori personali dei parlamentari e a giornalisti con tessera permanente.

Tra i temi più urgenti all'ordine del giorno figurano quelli legati all'emergenza sanitaria: i miliardi di franchi da stanziare per le aziende in difficoltà, le indennità di disoccupazione da estendere e il ruolo del Governo nella gestione della pandemia. Non mancheranno altri grossi dossier, come la riforma AVS (primo pilastro della previdenza) e un dibattito sull'asilo.

End of insertion

Riciclaggio di denaro

In prima lettura, il Consiglio nazionale aveva respinto l'entrata in materia sulle modifiche alla Legge federale relativa alla lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, per contrarietà agli obblighi di diligenza previsti anche per gli avvocati e i consulenti. Dopo l'approvazione da parte del Consiglio degli Stati -che avevano modificato la Legge in alcuni punti, stralciando anche quello contestato- il Nazionale aveva rispedito il dossier in Commissione, che ha infine accolto la versione adottata dagli Stati.

Tornata di fronte al plenum, la revisione è stata approvata lunedì con 108 voti contro 86. Avvocati e consulenti sono dunque definitivamente esclusi dalla revisione, nonostante gli sforzi della sinistra per poter perseguire anche chi si limita a spiegare ai clienti come riciclare denaro senza partecipare all'operazione e obbligare chi ha notizia di riciclaggio di denunciarlo alle autorità. Il fronte rosso-verde ha pure tentato, sempre invano, di far sottostare alla legge i titolari di una patente di fonditore e di inasprire le regole per i commercianti di metalli e pietre preziose.

Intanto, lunedì il Consiglio degli Stati ha approvato, con 42 sì e un'astensione, la ratifica del Consiglio federale del trattato di assistenza giudiziaria concluso tra la Svizzera e l'Indonesia. Già accolto dal Nazionale, il dossier va in votazione finale. Scopo principale dell'intesa è lottare contro la criminalità internazionale, la corruzione e il riciclaggio di denaro in particolare.

Contenuto esterno

Nel servizio RSI, alcuni passaggi del dibattito al Nazionale.

Il trattato semplifica e accelera la procedura di assistenza giudiziaria ma fa esplicitamente riferimento ai diritti umani: se si sospetta una violazione, la Svizzera può negare l'assistenza. A tale proposito, ha ricordato il relatore della commissione Beat Rieder (Alleanza del Centro, Vallese), il testo prevede un'eccezione relativa a delitti o crimini legati alla droga, per i quali nel Paese asiatico è prevista la pena capitale.

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 01.03.2021)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.