Navigation

Poco successo per l'offensiva vaccinale

Parte male la settimana nazionale della vaccinazione. Keystone / Michael Buholzer

La campagna vaccinale nazionale che scatta oggi, lunedì, per convincere gli indecisi a farsi immunizzare si svolgerà in tono ridotto rispetto alle previsioni del Consiglio federale. A disposizione dei cantoni c’erano 96 milioni di franchi messi sul tavolo per sostenere le iniziative speciali previste nel corso della settimana, ma finora ne sono stati chiesti 17,8, meno del 20%.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 novembre 2021 - 07:30
tvsvizzera.it/fra

Il risultato negativo è dovuto anche al fatto che nessuno ha pensato di dar seguito all’idea più costosa: assumere dei consulenti che avrebbero dovuto battere a tappeto il Paese, contattando tutti, tramite telefonate e visite a domicilio.

Le iniziative speciali riguarderanno soprattutto l’attivazione di alcuni centri mobili, il coinvolgimento di alcuni testimonial e le offerte informative. L’obiettivo, in generale, dovrebbe essere quello di far aumentare la quota dei vaccinati di età superiore ai 12 anni di circa il 5% per fare in modo di arrivare all’inizio dell’inverno con circa l’80% della popolazione immunizzata.

Le domande di sussidi più basse sono arrivate dalla Svizzera nord-orientale che è anche la regione dove la quota dei vaccinati è minore. Quella meno consistente in assoluto, con 20'000 franchi, è stata presentata da Appenzello Interno, seguito da Sciaffusa con 55'000 e Appenzello Esterno con 65'000. Gli importi più elevati sono invece stati domandati da Berna (3,91 milioni) e Zurigo (2,53).

Guardando alla spesa prevista pro capite a guidare la classifica c’è il Giura con 19,68 franchi domandanti alla Confederazione per abitante, mentre all’altro estremo c’è Vaud con 66 centesimi. Il Ticino è nella parte bassa della classifica pubblicata dai domenicali con 1,60 franchi, mentre i Grigioni sono al sesto posto con 10,85 franchi.

La Confederazione, da parte sua, prevede di spendere circa 10 milioni di franchi per dare concretezza alla settimana nazionale all’insegna del motto "Superiamo insieme la pandemia". Tra le iniziative di maggiore impatto figura il “Back on Tour” con informazioni, possibilità di farsi vaccinare e i concerti di Stefanie Heinzmann, Danitsa, Stress, Dabu, Kunz, con ospiti anche Baschi, Anna Rossinelli e Sophie Hunger. 

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.