La televisione svizzera per l’Italia

Più trasparenza nei mandati dei parlamentari? Non se ne fa nulla

donna
All'origine della proposta vi era l'ex consigliera agli Stati ecologista Lisa Mazzone. Keystone / Peter Klaunzer

Il Consiglio degli Stati ha respinto martedì una proposta che chiedeva maggiore trasparenza in merito alle attività accessorie dei parlamentari e delle parlamentari.

L’iniziativa parlamentareCollegamento esterno presentata dalla verde Lisa Mazzone chiedeva di introdurre nella legge un obbligo di dichiarazione più preciso dei redditi derivanti dalle attività accessorie degli eletti e delle elette.

Il servizio del TG:

Contenuto esterno

Per 22 voti contro 18, la Camera dei Cantoni ha però ritenuto che le norme attuali sono sufficienti.

Oggi i parlamentari devono annunciare le loro attività accessorie e indicare se queste sono remunerate. L’esponente ecologista ginevrina proponeva di completare questa disposizione in modo da divulgare l’ordine di grandezza del reddito e la data di inizio dell’attività in questione. L’attività lavorativa principale non era soggetta all’obbligo di dichiarazione.

Tale trasparenza consentirebbe al pubblico di essere meglio informato sulle attività dei parlamentari e aumenterebbe il livello di fiducia nel Parlamento, ha sostenuto il verde Mathias Zopfi. La trasparenza consentirebbe anche di porre fine alle speculazioni sull’importo potenzialmente elevato di determinate retribuzioni, ha aggiunto. Per la centrista Heidi Z’Graggen si tratta di “garantire che le nostre decisioni sono prese in modo indipendente”.

Per la maggioranza della camera, tuttavia, il Parlamento ha già fatto molto in termini di trasparenza, come sottolineato dal liberale radicale Benjamin Mühlemann. Il relatore commissionale, il socialista Daniel Jositsch, ha definito la proposta non appropriata, dato che il mandato parlamentare non viene esercitato a tempo pieno. La Svizzera funziona con un parlamento di milizia, ha ricordato.

Attualità

adesivi che indicano direzioni in tedesco e ucraino

Altri sviluppi

Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi

Questo contenuto è stato pubblicato al Due mozioni parlamentari chiedono che le condizioni e le regole riguardanti lo statuto di protezione S concesso alle rifugiate e ai rifugiati ucraini vengano inasprite per evitare abusi.

Di più Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi
bandiera svizzera

Altri sviluppi

Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli economisti di UBS, la Svizzera presenta una vulnerabilità superiore alla media agli shock geopolitici, ma nel contempo il Paese ha imparato anche a far fronte ai relativi rischi.

Di più Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici
confezioni di cereali

Altri sviluppi

Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé

Questo contenuto è stato pubblicato al Public Eye ha chiesto alla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) di trascinare davanti alla giustizia Nestlé, rea secondo l'organizzazione non governativa di vendere prodotti per l'infanzia con zucchero aggiunto nei Paesi a basso reddito.

Di più Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé
Thomas Aeschi

Altri sviluppi

Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale

Questo contenuto è stato pubblicato al Il consigliere nazionale e presidente del gruppo parlamentare dell'Unione democratica di centro, Thomas Aeschi, si è azzuffato mercoledì mattina con agenti di polizia armati, di guardia a Palazzo federale.

Di più Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale
Françoise Hardy

Altri sviluppi

È morta Françoise Hardy

Questo contenuto è stato pubblicato al La cantante e attrice francese, icona degli anni Sessanta, è morta martedì all'età di 80 anni.

Di più È morta Françoise Hardy
Hunter Biden

Altri sviluppi

Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco

Questo contenuto è stato pubblicato al Un tribunale del Delaware ha condannato il figlio del presidente statunitense per aver violato le leggi che vietano alle persone con una dipendenza da droghe illegale di possedere armi da fuoco. La pena massima è di 25 anni di prigione, ma essendo incensurato è probabile che non finirà dietro alle sbarre.

Di più Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco
emmanuel macron

Altri sviluppi

Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

Questo contenuto è stato pubblicato al In vista delle elezioni anticipate convocate per il 30 giugno, il presidente francese ha invitato le forze repubblicane a lavorare assieme per contrastare l'avanzata dell'estrema destra, uscita vittoriosa dalle europee.

Di più Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR