Navigation

Due storioni trovati nelle acque di una centrale idroelettrica

Contenuto esterno

Due storioni, uno dei quali lungo 2 metri e pesante una quarantina di chili, sono stati ritrovati insieme ad altri pesci più piccoli giovedì scorso, durante lavori di revisione all'interno della galleria di restituzione delle acque della centrale Verzasca nel canton Ticino.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 marzo 2021 - 20:50

Il tunnel di circa due chilometri di lunghezza e 5 metri di diametro, sfocia nel lago Verbano nei pressi del porto di Mappo a Minusio. 

L'azienda idroelettrica che gestisce la centrale idroelettrica e la famosa diga dove fu girata una scena di James Bond, aveva chiesto, come sempre, all'Ufficio caccia e pesca di essere presente per rimuovere la fauna ittica intrappolata nell'impianto ed evitarne la morte per mancanza di acqua.

Lo storione beluga - ha spiegato l'Ufficio caccia e pesca - è una specie storicamente presente nel bacino imbrifero dell'Adriatico, che comprende anche il Po e il Ticino, al punto che in Italia, nel Parco del Ticino, è stato avviato un programma di reintroduzione.

Il grosso esemplare recuperato a Minusio, come si vede nel video, ha quindi potuto essere liberato nelle acque del Verbano.

Per saperne di più, sulle migrazioni di uno altro storione, il cobice:

Contenuto esterno

tvsvizzera.it/fra con RSI


Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.