Per non chiudere gli istituti Test di massa nelle scuole di Zugo

Allievi del liceo di Menzingen nel canton Zugo mentre si stanno facendo il tampone.

Gli studenti sono testati due volte alla settimana.

Keystone / Alexandra Wey

Per non dover chiudere le scuole, il canton Zugo sta facendo i test salivari a tappeto nelle scuole medie e nei licei. Tutti gli allievi e gli insegnanti a partire dal livello inferiore della scuola secondaria dovranno fare il test due volte alla settimana.

Zugo è il primo cantone a introdurre i test obbligatori. Un progetto pilota è stato lanciato anche nei Grigioni, per il momento limitato alla regione di Coira. Secondo quanto si è appreso, almeno una decina di altri cantoni hanno presentato all'Ufficio federale della sanità (UFSP) un piano per testi di massa preventivi nelle scuole.

"I test servono ad evitare di dover chiudere le scuole", ha ribadito, dopo i primi prelievi di saliva eseguiti nella scuola cantonale di Menzingen, il capo del Dipartimento dell'istruzione Stephan Schleiss.

I test sono finanziati dalla Confederazione, per un costo stimato in circa tre milioni di franchi. Nel canton Zugo sono previsti circa 12'000 prelievi di saliva a settimana. I test sono obbligatori, ma esiste la possibilità di chiedere una dispensa. Gli allievi delle scuole professionali, che frequentano le lezioni solo un giorno a settimana, sono per il momento esentati.

Il piano prevede che anche in caso di singoli allievi positivi al Covid-19, gli altri scolari scolari negativi non dovranno più essere messi in quarantena. Chi non partecipa ai test sarà invece sottoposto a regole di quarantena più severe e chi dovesse risultare positivo dovrà mettersi in isolamento.


tvsvizzera.it/fra con RSI


Newsletter


Parole chiave