Navigation

Partiti, Petra Gössi è la nuova presidente del PLR

I socialisti propongono un nuovo spazio economico europeo mentre Regula Rytz confermata alla testa dei Verdi

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 aprile 2016 - 22:20

Giornata di grandi manovre per diversi partiti svizzeri. A Berna i delegati liberali radicali (PLR) hanno eletto la consigliera nazionale Petra Gössi alla presidenza del partito. Una designazione scontata dal momento che la deputata svittese era l‘unica candidata alla successione di Philipp Müller.

In Romandia, per la precisione a La Chaux-de-Fonds (Canton Neuchâtel), i socialisti hanno invece discusso dei rapporti tra la Confederazione e l'Unione europea, proponendo la creazione di uno spazio economico europeo alternativo sia agli attuali accordi bilaterali (firmati a suo tempo tra Berna e Bruxelles), sia alla semplice adesione che peraltro pare un'ipotesi sempre più lontana e irrealistica.

Nell'assemblea dei Verdi a Zofingen (ZH) è stata invece rieletta a capo del partito l'unica candidata in lizza, la consigliera nazionale Regula Rytz, che dopo aver condiviso per quattro anni la presidenza con Adèle Thorens, ha assunto da sola il timone del partito. L'assemblea si è poi pronunciata a favore dell'iniziativa per un reddito di base incondizionato e della revisione della legge sull'asilo. No unanime invece all'iniziativa cosiddetta "vacca da mungere" e all'iniziativa a favore del servizio pubblico. Libertà di voto per la diagnosi preimpianto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.