Navigation

Coronavirus, caso di variante indiana individuato in Svizzera

Keystone / Alessandro Crinari

Il primo caso di variante indiana del coronavirus è stato scoperto in Svizzera: si tratta di un passeggero in transito in un aeroporto elvetico, indica l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) su twitter.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2021 - 22:00

La variante indiana (ceppo B.1.617) desta preoccupazione: in Europa è già stata rilevata in Gran Bretagna e Belgio, dove 21 studenti indiani arrivati ​​a metà mese via l'aeroporto parigino di Roissy sono risultati positivi a questa variante e posti in quarantena.

Ieri l'India è sprofondata in una grave crisi sanitaria, con un bilancio quotidiano che supera ancora nuovi record: quasi un milione di contagi in tre giorni. Gli ospedali non riescono ormai più a far fronte all'esplosione dell'epidemia di Covid-19. A New Delhi l'ossigeno inizia a scarseggiare.

Molti esperti prevedono che in India l'attuale ondata non raggiungerà il picco per almeno altre tre settimane e ritengono che il numero reale di morti – 2'624 nella giornata di ieri - e casi sia molto più alto.

La valutazione sull'inserimento dell'India sulla lista dei Paesi a rischio è in corso, precisa l'UFSP. Le persone in provenienza dai Paesi annoverati nella lista rossa elvetica devono osservare una quarantena di 10 giorni dopo il loro arrivo in Svizzera.

L'identificazione del ceppo B.1.617 risale alla fine di marzo. La sequenza genetica è stata descritta alla sede di Basilea del Politecnico federale di Zurigo (ETH).

Per ora non ci sono informazioni precise sulla contagiosità o la gravità dell'infezione per questa variante. Indagini sono in corso, ha precisato l'UFSP. B.1.617 è attualmente sotto osservazione anche da parte dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

tvsivzzera.it/Zz/ats con RSI (TG del 24.04.2021)

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.