La televisione svizzera per l’Italia

Oro raffinato, la Valcambi respinge le accuse della stampa

Lingotti d oro.
La Valcambi di Balerna è in grado di raffinare annuale fino a 2’000 tonnellate di petelli preziosi. Keystone / Martin Ruetschi

La Valcambi di Balerna, leader mondiale nella raffinazione di metalli preziosi, non ci sta e respinge le accuse della stampa. Secondo alcuni media, infatti, Valcambi avrebbe continuato a importare oro dalla società Kaloti, con sede a Dubai, società che è al centro del riciclaggio di denaro e del commercio di oro proveniente da zone di conflitto.

Il riferimento è all’inchiesta giornalistica della Radiotelevisione svizzera di lingua francese RTS e del domenicale NZZ am Sonntag, che ha svelato presunti rapporti dell’azienda con una controversa società di Dubai.

In particolare, stando all’inchiesta, un’ispezione dell’Ufficio centrale di controllo dei metalli preziosi – avvenuta nel 2020 negli stabilimenti di Balerna – avrebbe constatato la presenza di lingotti di provenienza potenzialmente rischiosa.

Valcambi – che si è espressa solo venerdì tramite un comunicato stampaCollegamento esterno –  smentisce però di fatto quanto pubblicato dal domenicale e da RTS, fornendo documentazione che attesta che l’Amministrazione federale delle dogane non rimprovera in alcun modo Valcambi e che conferma invece “che i chiarimenti forniti in merito ai casi aziendali sottoposti a revisione soddisfano il dovere di diligenza imposto dalla legge”.

In particolare la direzione della Valcambi ricorda che in un rapporto di revisione confidenziale divulgato dall’Ong Swissaid a media selezionati, l’Amministrazione federale delle dogane riconosce invece a Valcambi “che i chiarimenti da voi effettuati in merito ai casi aziendali sottoposti a revisione soddisfano il dovere di diligenza imposto dalla legge in base allo stato attuale delle cose”. E ancora la Valcambi cita un altro passaggio della missiva: “Vorremmo cogliere l’occasione per ringraziarvi della vostra collaborazione. Ci è stata concessa una visione completa e trasparente di documenti aziendali sensibili”.

Il CEO di Valcambi, Michael Mesaric si dice scioccato di come dei media svizzeri seri abbiano potuto far circolare tali calunnie senza averle prima verificate. 

Valcambi è un’azienda leader mondiale nella raffinazione di metalli preziosi con oltre 60 anni di esperienza. Con sede in Svizzera, gestisce uno degli impianti integrati di metalli preziosi più grandi al mondo, con una capacità di raffinazione annuale fino a 2’000 tonnellate. Valcambi raffina oro, argento, platino e palladio.

Attualità

L'attrice Mikey Madison in una scena del film "Anora"

Altri sviluppi

A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro

Questo contenuto è stato pubblicato al Al 77esimo Festival del film, il premio della giuria è andato a "Emilia Perez" di Jacques Audiard, mentre il premio speciale se lo è aggiudicato "Il seme del fico sacro", del regista dissidente Mohammad Rasoulof.

Di più A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro
Kharkiv

Altri sviluppi

Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv

Questo contenuto è stato pubblicato al L’esercito di Mosca colpisce, con due bombe plananti, un centro commerciale della seconda città ucraina. I morti potrebbero essere decine.

Di più Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv
Sono circa 500 le persone che hanno partecipato in maniera pacifica.

Altri sviluppi

Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa

Questo contenuto è stato pubblicato al La manifestazione si è svolta in risposta ad un servizio tv sulla vicenda di una donna violentata e picchiata nell'appartamento di un avvocato. Un caso per il quale le autorità non avrebbero agito come avrebbero dovuto.

Di più Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa
Trump nel Bronx

Altri sviluppi

Trump nel Bronx per trovare sostenitori

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel distretto newyorchese, abitato soprattutto da ispanici e afroamericani, l'ex presidente ha trovato diversi sostenitori.

Di più Trump nel Bronx per trovare sostenitori

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR