Origine ignota Pacchi sospetti a vari consolati in Australia

Esterno giorno; bordo strada con alberi; sue uomini in tuta da pompiere portano sacchetti con scritta asbesto

Pompieri minuti di buste per trasportare materiale contaminato da amianto, all'esterno del consolato sudcoreano di Melbourne.

Keystone

Un consolato svizzero è tra i destinatari di pacchi sospetti inviati mercoledì a diverse rappresentanze estere a Melbourne, in Australia. Lo hanno indicato le autorità locali. In tutto, sono almeno dieci i casi simili segnalati.

L'ambasciata svizzera a Canberra ha confermato il caso. La polizia federale ha dichiarato che la situazione è sotto controllo. I pacchi, ora all'esame delle autorità, non sembrano pericolosi.

Stando ai media locali, tuttavia, almeno cinque missioni diplomatiche sono state chiuse (tra queste, i consolati di Germania, Stati Uniti e India) poiché sugli invii era presente un avvertimento come "amianto" o "mettersi la maschera".

Vic Emergency, agenzia incaricata dal governo dello Stato di Victoria di cui Melbourne è la capitale, ha registrato casi di oggetti sospetti nei pressi di altre missioni diplomatiche tra cui quella spagnola, giapponese, egiziana e pakistana. 


Dopo l'intervento della polizia al consolato onorario svizzero di Melbourne, tutte le altre rappresentanze elvetiche in Australia sono state avvertite del problema.

Numerosi paesi hanno dei consolati a Melbourne, mentre le ambasciate si trovano nella capitale federale del Paese, Canberra.

Parole chiave