Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Organi e tessuti umani dalle stampanti 3D

Si chiama 'bioprinting', è una nuova frontiera della medicina, e vede la Svizzera all'avanguardia

La stampante è tridimensionale, tecnologia fino a tre anni fa limitata ad ambiti industriali ma che ormai è nelle case, e permette a persone comuni di plasmare oggetti e pezzi di ricambio, a partire da progetti propri o elaborati da altri e condivisi su Internet.

La differenza è certamente nell'inchiostro: le stampanti 3D più comuni utilizzano un rocchetto di materiale plastico, mentre i ricercatori del Politecnico federale di Zurigo impiegano un liquido a base di cellule umane, con il quale hanno già stampato cartilagine e pelle.

Il servizio è di Gianmaria Giulini.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×