Omicidio di Reeva Steenkamp Oscar Pistorius, pena più che raddoppiata


Tredici anni e cinque mesi invece di sei anni: una Corte d'appello sudafricana ha più che raddoppiato venerdì la pena cui era stato condannato Oscar Pistorius, l'atleta paraolimpico riconosciuto colpevole dell'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp. 

Nel 2016 l’atleta era stato condannato a 6 anni di carcere per omicidio. La Procura di Stato sudafricana aveva immediatamente presentato ricorso contro la sentenza pronunciata nel 2016 dal tribunale di Pretoria, in quanto “troppo leggera” e “scandalosamente inappropriata”. Il ricorso è stato accolto oggi dalla Corte suprema d’appello di Bloemfontein.  

Il 30enne atleta, che oggi non era presente in aula durante la lettura, doveva essere condannato a 15 anni, ma la Corte ha tenuto conto del periodo già scontato in prigione dal condannato, ha detto il giudice.

Nella notte di San Valentino del 2013, Pistorius aveva ucciso con quattro colpi di pistola la fidanzata, la modella Reeva Steenkamp, chiusa nel bagno di casa di lui. L’atleta paraolimpico ha sempre affermato che, in quel momento, era convinto di stare sparando a un ladro introdottosi nella residenza.

Per Pistorius è ancora possibile il ricorso alla Corte costituzionale, la più alta istanza giuridica del paese.

Parole chiave