Navigation

Non più il paese del formaggio

Un prodotto in crisi keystone

Le importazioni in Svizzera nel secondo trimestre hanno superato le esportazioni; è la prima volta

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 agosto 2014 - 15:57

La quantità di formaggio importata in Svizzera ha superato per la prima volta quella esportata nel corso del secondo trimestre di quest'anno. Il dato è anticipato dalla NZZ am Sonntag, la testata più importante della Svizzera tedesca. In giugno il surplus comprato fuori dai confini nazionali ammontava a 445 tonnellate.

La domanda estera di prodotti elvetici tradizionali come Emmental e Tilsiter, un tempo fiori all'occhiello, continua a calare: nella prima metà dell'anno la flessione si misura a due cifre, fra il 2000 e il 2013 è stata di un terzo.

Proprio l'Emmental è fonte di particolare preoccupazione: dalla liberalizzazione del commercio nel 2007, i prezzi sono sotto pressione a causa del crescente ricorso a imitazioni straniere a buon mercato, soprattutto nei prodotti finiti e nei ristoranti, dove il consumatore se ne accorge meno facilmente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.