Navigation

No RASA, sì al controprogetto

Il Consiglio Federale rifiuta l'iniziativa che chiede di abrogare l'art. costituzionale 121a sull'immigrazione di massa

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2016 - 20:19

L'iniziativa RASA ("Raus aus der Sackgasse", ossia "Fuori dal vicolo cieco") che chiede l'abrogazione dell'articolo costituzionale 121a sull'immigrazione di massa va respinta. Lo raccomanda mercoledì il Consiglio Federale, che propone però di opporre al testo un controprogetto diretto, ossia a livello costituzionale. Esso permetterebbe di specificare nella Costituzione federale la precedenza degli obblighi internazionali della Svizzera - nel caso concreto la libera circolazione delle persone - rispetto al diritto interno.

Il contenuto preciso di questo controprogetto verrà deciso in un secondo tempo, come indica una nota del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). Il Governo intende presentare un messaggio al Parlamento entro il 27 aprile dell'anno prossimo.

Simonetta Sommaruga al termine della conferenza stampa ha dichiarato: "Non è possibile annullare in così breve tempo un articolo costituzionale approvato dal popolo nel 2014, senza nemmeno attendere la legge di applicazione". La consigliera ha poi specificato che non è escluso che il Consiglio Federale rinunci al controprogetto qualora l'iniziativa RASA venisse ritirata.

ATS/CaL

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.