Nessun effetto Greta a Zurigo Pasqua, abituali code anche in aeroporto

Persone con bagagli e abbigliamento da turisti (p. es. cappello) in coda disordinata, viste dall alto.

Passeggeri in coda per il check-in a Zurigo-Kloten in un'immagine d'archivio.

© Keystone / Ennio Leanza

Il lungo fine settimana di Pasqua fa registrare, anche quest'anno, uno dei momenti di massima affluenza di passeggeri all'aeroporto di Zurigo-Kloten. In altre parole, le proteste e gli scioperi in favore del clima degli ultimi mesi non sembrano aver influito sulle scelte dei viaggiatori.

Lo scalo zurighese prevede un'ulteriore crescita,Link esterno seppur moderata, nei prossimi anni. E questo nonostante gli attivisti mettano spesso l'accento sull'impatto ambientale dei viaggi in aereo.

Numero di passeggeri di voli charter o di linea all'aeroporto di Zurigo-Kloten
Dati trimestrali 2018 e differenza rispetto al 2017

1° tr.2° tr.3° tr.4° tr.
6'359'066
8'192'824
9'100'402
7'417'581
(+5,4%)
(+7,0%)
(+5,1%)
(+5,8%)

"Non ci sembra che a causa del dibattito attuale sul clima abbiamo a che fare con un calo dei passeggeri", rivela al TGLink esterno della Radiotelevisione svizzera il direttore operativo dello scalo, Stefan Tschudin.

"Quello dell'impatto ambientale dei voli è un tema di cui si parla da tempo, solo che negli ultimi mesi i media ne hanno riferito molto".

A lungo termine, i responsabili di Zurigo-Kloten si aspettano una crescita annua del 2-3%.


Parole chiave