La televisione svizzera per l’Italia

Nel 2024 la crescita economica in Svizzera sarà più debole del previsto

Acquirenti svizzeri in un supermercato.
Secondo gli esperti svizzeri, l'economia elvetica continuerà a essere aiutata dai consumi e dalla domanda interna. © Keystone / Christian Beutler

La Segreteria di Stato dell'economia (SECO) e il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico federale di Zurigo (KOF) hanno ritoccato leggermente al ribasso le previsioni di crescita dell'economia elvetica.

L’anno prossimo il prodotto interno lordo (PIL) della Confederazione dovrebbe progredire dell’1,1%, stando alla SECO, mentre il KOF prevede un +1,7%.

Le stime sono leggermente inferiori rispetto a quelle di tre mesi fa, rispettivamente dello 0,1% e dello 0,2% in meno.

+ Come sta andando l’economia svizzera? La situazione nel terzo trimestre 2023

La correzione verso il basso si spiega con il difficile contesto globale, hanno indicato gli specialisti del KOF e della SECO. Pesano in particolare le incertezze geopolitiche, l’inflazione ancora elevata, le politiche monetarie restrittive e alcune economie in affanno, ad esempio quelle tedesca e cinese. Segnali favorevoli derivano per contro dall’andamento dell’economia americana, che ha mostrato una buona tenuta negli ultimi due trimestri, e dagli sviluppi dei mercati del lavoro internazionali, che sono ancora in ottima forma.

Congiuntura sostenuta dai consumi

Le prospettive per l’export elvetico saranno comunque limitate sino alla seconda metà del 2024. La congiuntura sarà per contro sostenuta ancora una volta dai consumi, malgrado le perdite di potere d’acquisto dovute al rincaro. Il KOF prevede anche che nei prossimi trimestri la creazione di posti di lavoro continuerà a un ritmo molto più lento rispetto agli ultimi due anni: la disoccupazione rimarrà per contro moderata, al 2,3% l’anno prossimo e al 2,4% nel 2025.

L’aumento della popolazione, unito al solido sviluppo del mercato del lavoro nei prossimi anni, intensificherà l’attuale carenza di spazio abitativo disponibile, ampliando così la pressione per la creazione di nuovi alloggi. La flessione dell’edilizia residenziale dovrebbe quindi arrestarsi e gli investimenti nel comparto dovrebbero tornare a crescere verso la fine del 2025.

Inflazioni sotto il 2%

Per quanto concerne l’inflazione, da quest’estate il rincaro è rimasto al di sotto del 2%.  L’atteso aumento significativo degli affitti residenziali, che rappresenta una parte importante dell’indice dei prezzi al consumo, è stato più modesto di quanto previsto, afferma il KOF. Malgrado l’aumento del tasso di riferimento per le ipoteche gli specialisti del Politecnico federale si aspettano un rincaro minore: la previsione di inflazione per l’anno prossimo è rivista all’1,7% (era del 2,1% in autunno), quella per il 2025 all’1,0% (stima precedente: 1,1%). La SECO prevede dal canto suo che i prezzi lieviteranno dell’1,9% nel 2024 e dell’1,1% nel 2025.

In materia di politica monetaria il KOF si aspetta che la Banca nazionale svizzera (BNS) mantenga nei prossimi trimestri il tasso guida al livello dell’attuale 1,75%, per poi procedere a un taglio a inizio 2025.

Attualità

adesivi che indicano direzioni in tedesco e ucraino

Altri sviluppi

Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi

Questo contenuto è stato pubblicato al Due mozioni parlamentari chiedono che le condizioni e le regole riguardanti lo statuto di protezione S concesso alle rifugiate e ai rifugiati ucraini vengano inasprite per evitare abusi.

Di più Statuto S per rifugiati ucraini, giro di vite per contrastare gli abusi
bandiera svizzera

Altri sviluppi

Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli economisti di UBS, la Svizzera presenta una vulnerabilità superiore alla media agli shock geopolitici, ma nel contempo il Paese ha imparato anche a far fronte ai relativi rischi.

Di più Svizzera molto vulnerabile agli shock geopolitici
confezioni di cereali

Altri sviluppi

Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé

Questo contenuto è stato pubblicato al Public Eye ha chiesto alla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) di trascinare davanti alla giustizia Nestlé, rea secondo l'organizzazione non governativa di vendere prodotti per l'infanzia con zucchero aggiunto nei Paesi a basso reddito.

Di più Troppo zucchero nei prodotti per l’infanzia, ONG chiede alla Svizzera di agire contro Nestlé
Thomas Aeschi

Altri sviluppi

Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale

Questo contenuto è stato pubblicato al Il consigliere nazionale e presidente del gruppo parlamentare dell'Unione democratica di centro, Thomas Aeschi, si è azzuffato mercoledì mattina con agenti di polizia armati, di guardia a Palazzo federale.

Di più Zuffa tra un eletto e la polizia a Palazzo federale
Françoise Hardy

Altri sviluppi

È morta Françoise Hardy

Questo contenuto è stato pubblicato al La cantante e attrice francese, icona degli anni Sessanta, è morta martedì all'età di 80 anni.

Di più È morta Françoise Hardy
Hunter Biden

Altri sviluppi

Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco

Questo contenuto è stato pubblicato al Un tribunale del Delaware ha condannato il figlio del presidente statunitense per aver violato le leggi che vietano alle persone con una dipendenza da droghe illegale di possedere armi da fuoco. La pena massima è di 25 anni di prigione, ma essendo incensurato è probabile che non finirà dietro alle sbarre.

Di più Hunter Biden condannato per possesso illegale di un’arma da fuoco
emmanuel macron

Altri sviluppi

Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

Questo contenuto è stato pubblicato al In vista delle elezioni anticipate convocate per il 30 giugno, il presidente francese ha invitato le forze repubblicane a lavorare assieme per contrastare l'avanzata dell'estrema destra, uscita vittoriosa dalle europee.

Di più Macron lancia un appello alle forze moderate per fare fronte comune

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR