La televisione svizzera per l’Italia

Nasce il Partito comunista rivoluzionario

falce e martello su una bandiera
La falce e il martello in Svizzera sono confinate più che altro alle manifestazioni del Primo maggio. Keystone / Georgios Kefalas

Questo fine settimana a Bienne, nel Canton Berna, sarà fondato un nuovo partito di ispirazione marxista.

Circa 300 persone intendono riunirsi il prossimo fine settimana a Bienne (BE) per fondare il Partito comunista rivoluzionario (RPK). Il movimento marxista “La scintilla” sta organizzando la “più grande campagna di reclutamento comunista degli ultimi 100 anni”.

Secondo un comunicato diramato mercoledì, la fondazione del partito sarà annunciata ufficialmente domani presso l’ufficio de “La scintilla” a Berna. Sabato alla Casa del Popolo di Bienne partirà poi la campagna per la costruzione della nuova formazione.

Gli obiettivi sono ambiziosi: in tre mesi si vogliono raccogliere 500 membri, 70’000 franchi di donazioni e vendere 5’000 esemplari del giornale “der Kommunist”.

Il capitalismo si trova ormai in un vicolo cielo dal punto di vista storico, viene in sostanza sottolineato nella nota. Il RKP vuole lottare per una “rivoluzione mondiale comunista attraverso la classe operaia”. L’umanità e il potenziale delle persone devono essere “veramente liberati”.

Secondo quanto dichiarano i fondatori del nuovo partito, già oggi il 35% degli svizzeri è per l’abolizione del capitalismo. Non esiste però alcun partito rivoluzionario per unire le forze e superare la passività.

L’ultimo partito comunista nazionale è stato vietato nel 1940. Ad assumerne l’eredità è stato nel 1944 il Partito del lavoro, che però è riuscito a mettere radici solo in alcuni Cantoni. Sono nate inoltre una serie di movimenti di estrema sinistra che hanno avuto vita più o meno lunga. In Ticino, nel 2007 in seguito a disaccordi con il Partito del lavoro è stato creato il Partito comunista, che dispone di due seggi nel Legislativo cantonale.

Attualità

binari in tunnel

Altri sviluppi

Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari

Questo contenuto è stato pubblicato al Dall'inizio dei lavori di riparazione lo scorso ottobre, sono stati sostituiti sette chilometri di binari nel tunnel ferroviario di base del San Gottardo ed è attualmente in corso l'installazione di un nuovo portone di cambio binario, indicano le FFS.

Di più Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari
dottoressa esamina orecchio di una paziente

Altri sviluppi

Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Nei prossimi 10 anni la medicina interna generale perderà il 44% degli impieghi a tempo pieno principalmente a causa dei pensionamenti e della riduzione dei tassi di occupazione.

Di più Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera
maxi schermo

Altri sviluppi

La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan

Questo contenuto è stato pubblicato al A tre giorni dall'insediamento alla presidenza dell'isola di William Lai, ritenuto da Pechino un "pericoloso separatista", l'esercito cinese ha mobilitato aerei e navi da guerra per delle esercitazioni al largo di Taiwan.

Di più La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan
Tino Chrupalla,

Altri sviluppi

L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Alternative für Deutschland è stato espulso dal gruppo che riunisce, tra gli altri, la Lega e il Rassemblement National di Marine Le Pen. Il partito di estrema destra tedesco è finito sotto i riflettori per una serie di scandali.

Di più L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo
uomo

Altri sviluppi

Il direttore dell’AIEA Rafael Grossi in visita in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Il ministro dell'economia Guy Parmelin ha incontrato giovedì il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) Rafael Grossi. Al centro dei colloqui la situazione delle centrali nucleari nel mondo e in Europa in particolare.

Di più Il direttore dell’AIEA Rafael Grossi in visita in Svizzera
facciata di un edificio

Altri sviluppi

Due sorelle condannate per essersi unite allo Stato islamico

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale penale federale (TPF) ha condannato giovedì due sorelle domiciliate nel Canton Vaud a pene detentive con la condizionale per essersi recate, con il figlio minorenne di una delle due, in Siria nel 2015 per unirsi all'organizzazione terroristica dello Stato islamico (Isis).

Di più Due sorelle condannate per essersi unite allo Stato islamico

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR