Navigation

L'ultimo viaggio di un jet della Rega

Un Challenger CL-604 "HB-JRA" di Bombardier, che per sedici anni è stato al servizio della Guardia aerea svizzera di soccorso Rega, andrà in "pensione" al Museo svizzero dei trasporti, a Lucerna. Il suo ultimo viaggio è stato via acqua. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2019 - 21:38
tvavizzera.it/Zz/ats con RSI (TG del 08.03.2019)
Dopo 18,4 milioni di chilometri percorsi in volo, per l'ultimo viaggio il jet si è lasciato trasportare. © Keystone / Urs Flueeler


Ultimo viaggio per un jet ambulanza della Rega Link esternoin disuso: il velivolo è stato trasportato giovedì con un traghetto dalla base aerea di Alpnach (canton Obvaldo) a Lucerna, sul Lago dei Quattro Cantoni. Destinazione: Museo svizzero dei trasportiLink esterno.

L'apparecchio, insieme ad altri due dello stesso tipo, è stato messo fuori servizio dopo 16 anni di attività e sostituito lo scorso anno dal modello successivo, il Challenger 650. I visitatori del museo lucernese avranno l'opportunità di vedere l'interno del "vecchio" jet ambulanza a partire dal prossimo 16 aprile.

Contenuto esterno


Per il trasporto si è reso necessario un permesso speciale, indica all'agenzia ats il portavoce del Museo Olivier Burger, precisando che il lago doveva essere calmo e il vento debole.

Il velivolo ha portato a termine la sua prima missione il 27 novembre 2002, mentre l'ultima è stata eseguita lo scorso 5 ottobre. In totale ha trasportato 4'421 pazienti, effettuato 10'141 atterraggi in 156 destinazioni di tutto il mondo. È inoltre rimasto in volo per un totale di 21'612 ore e percorso 18,4 milioni di chilometri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.