Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Morto un soldato del contingente Swisscoy

Era stato rimpatriato d'urgenza dal Kosovo, dove la compagnia svizzera partecipa alla missione internazionale KFOR

Un militare svizzero in servizio in Kosovo con la compagnia Swisscoy è morto venerdì notte all'Ospedale universitario di Losanna CHUV. La scorsa settimana era stato trasferito d'urgenza per una grave e finora non meglio precisata malattia.

Uno dei campi base della KFOR, la forza multinazionale per il mantenimento della pace in Kosovo, dove il contingente Swisscoy presta servizio dal 1999.

È qui che la settimana scorsa, un soldato dell'esercito svizzero si è ammalato improvvisamente e in molto molto grave. Dopo un ricovero temporaneo presso l'ospedale militare della KFOR, sabato scorso l'uomo è stato rimpatriato in Svizzera con un aeroplano della REGA.

Nonostante le cure ricevute al reparto di terapia intensiva del Centro ospedaliero universitario vodese (CHUV) a Losanna, il soldato è deceduto venerdì notte.

L'Esercito spiega che il quadro della malattia non è ancora chiaro, che ulteriori esami sono stati ordinati, ma che non sussiste alcun pericolo per i commilitoni della vittima. I test effettuati su chi si trova ancora in servizio in Kosovo sono risultati negativi, e quindi non è stato necessario prendere alcun provvedimento.

Lo scorso mese l'Esercito aveva già registrato due decessi. Un 28enne aveva perso la vita durante un corso di ripetizione in Vallese, e qualche giorno dopo un sottufficiale era morto a Wangen an der Aare a seguito di un malore.

×