Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Monte Ceneri, ultimi 2 metri

(tvsvizzera)

Il 21 gennaio verrà abbattuto il diaframma principale del tunnel di base. Panoramica sui lavori

Il gran giorno è arrivato. Giovedì prossimo, con il brillamento del diaframma principale, ad alcune centinaia di metri dall'ingresso nord di Vigana, i due portali della canna ovest della galleria di base del Monte Ceneri saranno per la prima volta collegati. Perché lo stesso accada anche nella canna est bisognerà attendere qualche giorno: all'obiettivo mancherà ancora qualche metro (Guarda il video con le spiegazioni dell'ing. Alberto Del Col direttore settore esecuzione AlpTransit Gottardo (ATG)).

Dove cadrà il diaframma principale

Dove cadrà il diaframma principale

(AlpTransit Gottardo SA)

Una tappa fondamentale per un cantiere avviato fra il 1997 e il 2000 con la realizzazione di un cunicolo di sondaggio geologico, ancora oggi utilizzato per portare aria fresca in galleria, che ha permesso di scegliere i metodi di costruzione e di stimare tempi e costi. La qualità della roccia era infatti la variabile principale: può permettere avanzamenti di soli 2 o anche di 12 metri al giorno. Lo scavo vero e proprio del tunnel, una volta pronto il cunicolo di accesso, è partito nel 2010. I momenti di difficoltà non sono mancati. Ce ne sono stati due in particolare: a sud la "linea della Valcolla", dove la roccia è quasi sbriciolata; a nord con centinaia di metri dove si è potuto procedere solo a rilento.

Le due canne, distanti una quarantina di metri fra loro e collegate da cunicoli ogni 325 metri, passano soli 9 metri sotto l'A2 (al portale nord di Camorino) e appena 4 sopra la Vedeggio-Cassarate (all'uscita sud di Vezia).

Cinquecento persone lavorano sul cantiere - aperto 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 - ma se si contano quanti hanno svolto compiti limitati nel tempo o magari sono nel frattempo andati in pensione, sono quasi 2'000 le persone che hanno contribuito all'opera, spiega Del Col. Gli incidenti mortali sono stati due, nel 2010 e 2015. Il fronte di scavo avanza e si avvicina ora al traguardo, ma alle sue spalle il tunnel non è rimasto grezzo: la realizzazione dei rivestimenti procede in modo spedito.

Lo stato dei lavori al 1° dicembre

Lo stato dei lavori al 1° dicembre

(Alptransit Gottardo SA)

Il 1° giugno AlpTransit consegnerà alla Confederazione il nuovo tunnel di base del San Gottardo, il tassello centrale dell'"opera del secolo" in Svizzera, che sarà ufficialmente messo in servizio con il nuovo orario di dicembre. L'asse nord-sud non sarà però davvero una ferrovia di pianura fino a quando verrà inaugurata anche la galleria del Ceneri. Accadrà nel 2020 e i tempi di percorrenza si abbasseranno ulteriormente, non solo fra Lugano e Zurigo passando per Bellinzona, ma anche verso Locarno: ci vorranno appena 22 minuti.

Inizialmente si era parlato di aprire al traffico nel 2019, ma un ricorso contro l'attribuzione di un lotto di tecnica ferroviaria, anche se conclusosi positivamente per AlpTransit, ha ritardato tutto di 13 mesi. Un recupero del tempo perso "comportava troppi rischi".

Il tracciato che AlpTransit sta realizzando si limita di fatto alle due gallerie di base: aggiramento di Bellinzona e proseguimento verso sud sono caduti sotto i colpi di mannaia della politica federale. Se ne riparlerà nei prossimi decenni. Un "piccolo preinvestimento" per la continuazione dell'opera dopo Lugano è però già stato fatto: il tunnel è predisposto per una continuazione oltre Lugano.

Stefano Pongan

Tunnel del Monte Ceneri, le date più importanti

  • 24 aprile 1996: il Consiglio federale decreta che il progetto di trasversali alpine venga realizzato a tappe, con i tunnel di base del Lötschberg, in parte su binario unico, del San Gottardo e del Monte Ceneri
  • 1° febbraio 1997: iniziano i lavori per il cunicolo di prospezione di Sigirino
  • 12 maggio 1998: Nasce la AlpTransit San Gottardo SA
  • 2 giugno del 2006: posa della prima pietra, a Camorino, per la costruzione dei 15,4 chilometri di galleria di base del Monte Ceneri
  • 11 settembre 2007: primo brillamento, sul cantiere di Sigirino, per il tunnel di accesso alla galleria di base
  • 11 giugno 2009: assegnato il lotto principale dei lavori, che comprende l'avanzamento nelle canne a binario unico
  • 10 marzo 2010: da Sigirino si comincia a procedere verso nord e verso sud
  • 21 dicembre 2011: esplode l'ultima carica al portale nord di Vigana. Scavati 670 metri
  • 10 marzo 2013: il ponte ferroviario sopra la A2 a Camorino, pesante 4'000 tonnellate, viene spostato di 14 metri
  • 17 settembre 2013: il Tribunale federale ribalta una sentenza precedente e conferma le aggiudicazioni di tecnica ferroviaria per il tunnel del Ceneri. Ricorsi e controricorsi hanno ritardato i lavori di 13 mesi
  • 11 dicembre 2014: inaugurato il il viadotto al nodo di Camorino, lungo 480 metri. Vi viaggeranno i treni diretti a Lugano
  • 17 marzo 2015: cade l'ultimo diaframma nella canna ovest verso sud, i minatori dai due lati possono stringersi la mano
  • 30 marzo 2015: ultimo diaframma abbattuto anche nella canna est

×