Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Metà-metà Uno spot per avvicinare più donne alla politica

Due biscotti a forma di simbolo 'maschio' e 'femmina' su tovaglioli rosso e bianco di egual misura uno accanto all'altro

Dolcetti alla conferenza stampa della Commissione federale per le questioni femminili

(© KEYSTONE / PETER KLAUNZER)

La Commissione federale per le questioni femminili ha lanciato giovedì, in occasione della Giornata internazionale della donna, uno spot a favore della parità tra i generi in politica.

In Svizzera, un'adeguata rappresentanza delle donne negli esecutivi e nei legislativi è, tutto sommato, un obiettivo ancora da raggiungere.

L'attuale 32% dei seggi al Consiglio nazionale (camera bassa dell'Assemblea federale) è la quota più alta mai registrata ma pur sempre inferiore a un terzo. Al Consiglio degli Stati (camera alta) la presenza femminile è invece in calo dal 2003 e si attesta al 15%.

(1)

In un grafico, l'evoluzione della rappresentanza femminile nelle istituzioni federali e cantonali

A livello cantonale, evidenzia la Cfqf in una notaLink esterno, le candidate riescono a conquistare in media il 25% dei seggi, poco di più nei parlamenti e poco di meno nei governi.

"Impegnatevi! Ora! Con noi!"

Il video è girato in tedesco, francese e italiano. Vi appaiono alcune donne attive in politica, tra le quali la consigliera federale Doris Leuthard, di sette diversi partiti e di tutte le regioni del Paese.

(3)

Da youtube. lo spot metà-metà

Le protagoniste spiegano come e perché abbiano deciso di dedicarsi alla politica, allo scopo di stimolare una maggiore mobilitazione: le candidature femminili alle elezioni stagnano da oltre vent'anni (1995) attorno al 35%.

Metà e metà

È indispensabile, sottolinea la CommissioneLink esterno, che il tasso cresca affinché alle elezioni parlamentari si possa centrare l'obiettivo 'Metà-metàLink esterno', che è il titolo dello spot.

La campagna si rivolge anche ai partiti, invitati a creare i presupposti necessari. Che mancano, apparentemente, soprattutto nelle formazioni di estrazione borghese.

(1)

In un grafico, la percentuale di candidate

In vista del ritorno alle urne per rinnovare le Camere nel 2019, la Cfqf contatterà i partiti nazionali e cantonali per sensibilizzarli.

Propone misure quale l'assegnazione alle donne interessate di posizioni favorevoli nelle liste elettorali, un sostegno personale e finanziario, e una comunicazione in grado di dare visibilità alle candidate all'interno del partito e nell'opinione pubblica.


(2)

Il TG propone qualche immagine dello spot 'Metà-metà'

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 08.03.2018)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box