Navigation

I turisti asiatici viaggiano sempre più da soli

Meglio le vacanze individuali o in piccoli gruppi che i viaggi organizzati di massa: i turisti provenienti dall'Asia stanno cambiando le loro abitudini.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 agosto 2019 - 08:48
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 18.8.2019)
Una decina d'anni fa, solo il 10% dei turisti asiatici viaggiava da solo. Oggi la proporzione è del 35-40%. Swiss-image.ch

Scene come quelle viste a Lucerna lo scorso maggio, quando in un solo giorno sono arrivati ben 12'000 turisti cinesi in gita premioLink esterno, sono certamente impressionanti. Tuttavia, occultano un'importante evoluzione nel modo di viaggiare dei visitatori provenienti dall'Asia.

"Una decina di anni fa, solo il 10% [dei turisti asiatici] viaggiava da solo, oppure in un gruppo di al massimo cinque persone. Oggi questa proporzione è del 35-40%", afferma Véronique Kanel, portavoce di Svizzera Turismo.

L'avvento di Internet non è estraneo a questo cambiamento. " Ho guardato parecchi video su youtube per sapere come comportarci, cosa fare… spiega alla Radiotelevisione Svizzera una turista asiatica. Abbiamo prenotato online anche i biglietti dei treni e gli alberghi ed eccoci qui".

Questa indipendenza ha un impatto anche sulla durata del soggiorno. I turisti sono infatti meno affrettati. "Constatiamo che il turista individuale rimane in Svizzera da tre giorni fino a una settimana più a lungo", precisa Véronique Kanel.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.