La televisione svizzera per l’Italia

Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese

Due pompieri osservano la portata del Rodano nei pressi di Sierre.
Due pompieri osservano la portata del Rodano nei pressi di Sierre. Keystone / Jean-Christophe Bott

Nonostante il lieve calo delle acque del Rodano e dei suoi affluenti, il livello di allarme (pericolo marcato) e lo stato d'emergenza non vengono revocati.

Nel Vallese, il Rodano e i suoi affluenti hanno iniziato lentamente a ritirarsi. Tuttavia, “è necessaria una maggiore vigilanza”, ha dichiarato sabato l’Ufficio cantonale di controllo del Vallese (OCC), che ha mantenuto le misure prese venerdì.

Il servizio del TG

Contenuto esterno

Timori per le valli laterali

Antoine Jacquod, vice capo della sicurezza civile e militare si è detto “molto preoccupato” per le valli laterali, in particolare in quelle di Zermatt, Anniviers e Hérens, dove il terreno impregnato d’acqua è molto instabile.

Altri sviluppi
Case invase dai detriti a Sorte, frazione di Lostallo nel Moesano (Grigioni).

Altri sviluppi

Frane e inondazioni nella Svizzera italiana, tre dispersi

Questo contenuto è stato pubblicato al Una donna trovata viva sotto le macerie, tre case distrutte e autostrada A13 crollata in Mesolcina (Grigioni), a una ventina di km da Bellinzona, a causa delle precipitazioni battenti degli scorsi giorni.

Di più Frane e inondazioni nella Svizzera italiana, tre dispersi

In queste zone si sono verificate diverse esondazioni e colate detritiche lungo i torrenti laterali, che si stanno ritirando “molto lentamente” e si temono nuove frane.

Intanto la maggior parte delle 230 persone che hanno dovuto essere evacuate venerdì, soprattutto a Chippis, sono potute tornare a casa. Attualmente, ha precisato Antoine Jacquod, “59 persone risultano sfollate in tutto il cantone, secondo le cifre fornite dai comuni.

Nessun treno per Zermatt

Il traffico ferroviario è ripreso sabato mattina tra Riddes e Ardon mentre resta isolata Zermatt a causa dell’interruzione della linea e della strada d’accesso alla nota località alpina. L

a linea ferroviaria tra Visp e Täsch, appena sotto Zermatt, dovrebbe rimanere chiusa almeno fino alla fine della prossima settimana, secondo quanto ha dichiarato la compagnia Matterhorn-Gotthard-Bahn in un comunicato.

Le inondazioni del fiume Vispa, ha spiegato l’azienda di trasporto locale, hanno avuto un impatto “rilevante” sulla linea in diversi punti, rendendo necessari importanti lavori di riparazione. L’obiettivo attuale è quello di “ripristinare il servizio ferroviario tra Täsch e Zermatt il prima possibile”. La situazione del traffico stradale sarà inveca valutata dall’OCC a breve.

Permangono problemi anche sulla tratta in quota servita dalla Gornergrat Bahn (GGB), tra Zermatt e Gornergrat, nella regione del Monte Rosa. Le operazioni di ripristino sono state sospese venerdì pomeriggio a causa di uno smottamento: la galleria di protezione del Riffelbord è stata investita da una frana. L’entità dei danni non è ancora nota. Le operazioni rimarranno sospese almeno fino a martedì.

Attualità

Soccorritori a bordo del fiume dove sono scomparsi i due bus.

Altri sviluppi

Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse

Questo contenuto è stato pubblicato al Due autobus su cui viaggiavano 24 e 42 persone sono improvvisamente stati travolti da una frana e sono precipitati in un fiume. L’incidente è avvenuto venerdì a Simaltal, a circa 120 chilometri a ovest della capitale del Nepal, Kathmandu.

Di più Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse
L'impalcatura crollata.

Altri sviluppi

Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone

Questo contenuto è stato pubblicato al Due persone sono morte venerdì mattina nel crollo di un'impalcatura a Prilly, ad ovest di Losanna. Quattro persone sono rimaste gravemente ferite e altre cinque hanno riportato lesioni minori.

Di più Crolla un’impalcatura a Prilly vicino a Losanna, morte tre persone
Una vettura della polizia di San Gallo.

Altri sviluppi

Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo

Questo contenuto è stato pubblicato al Un uomo di 34 anni ha ferito ieri sera con un machete cinque persone, alcune delle quali gravemente, all'interno e all'esterno di un condominio di San Gallo.

Di più Un uomo ferisce con un machete cinque persone a San Gallo
Il learning center del politecnico federale di Losanna.

Altri sviluppi

Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per gli studenti stranieri frequentare i politecnici di Losanna e Zurigo sarà decisamente più caro. Il Consiglio dei Politecnici federali (PF) in accordo con il Parlamento vuole triplicare le tasse di iscrizione.

Di più Le rette dei politecnici federali triplicheranno per gli stranieri
Giorgio Armani.

Altri sviluppi

I novant’anni dello stilista Giorgio Armani

Questo contenuto è stato pubblicato al Nato a a Piacenza nel 1934, Armani è a capo di un gruppo fieramente indipendente, simbolo del made in Italy. Lo stilista italiano è ancora deciso a rimanere alla guida del gruppo, sebbene il momento di lasciare le redini si avvicina sempre di più.

Di più I novant’anni dello stilista Giorgio Armani
Case distrutte in Val Bavona.

Altri sviluppi

Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni

Questo contenuto è stato pubblicato al Il maltempo che da metà giugno a inizio luglio si è abbattuto sulla Svizzera, in particolare sul Ticino e il Vallese, ha causato danni assicurati per un totale di 160-200 milioni di franchi.

Di più Danni per maltempo stimati fino a 200 milioni
Tutti gli invitati al vertice della Nato davanti alla Casa Bianca per la foto di rito.

Altri sviluppi

Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato al I Paesi della Nato si sono impegnati a dare all'Ucraina almeno 40 miliardi di euro in aiuti militari "entro il prossimo anno" per sostenerla nella guerra contro la Russia.

Di più Dalla Nato 40 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina
Il ponte distrutto dal maltempo vicino a Cevio in Vallemaggia.

Altri sviluppi

La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha presentato la sua nuova strategia per informare meglio la popolazione in caso di pericolo. Oltre ai tradizionali allarmi diffusi via app, radio o tramite sirene, in futuro verrà introdotto un nuovo sistema di allerta.

Di più La strategia per meglio allertare la popolazione passa dal telefonino

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR