La televisione svizzera per l’Italia

Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese

Interventi nei pressi della centrale idroelettrica a Vissoie nella val d'Anniviers (Vallese).
Interventi di contenimento delle acque nei pressi della centrale idroelettrica a Vissoie nella val d'Anniviers (Vallese). Keystone / Jean-Christophe Bott

Il cantone bilingue è la zona più colpita da frane e inondazioni dovute alle intense precipitazioni di questi giorni. Zermatt isolata a causa degli smottamenti e dell'esondazione della Vispa. Preoccupano i corsi d'acqua delle valli laterali.

Le forti piogge delle ultime ore, associate allo scioglimento accelerato della neve in quota hanno provocato ingenti danni materiali e disagi, soprattutto nelle valli laterali, in particolare nell’Alto Vallese. Oltre duecento persone hanno dovuto abbandonare le loro case vicino a Sierre.

Il servizio del TG:

Contenuto esterno

Il governo cantonale ha dichiarato la “situazione speciale”, che consente alle autorità di liberare mezzi e mobilitare personale “in modo da poter agire rapidamente”, recita un comunicato diramato nel tardo pomeriggio dall’Organo cantonale di condotta (OCC/KFO). Intanto la situazione, che era già problematica in mattinata, è gradualmente peggiorata con il passare delle ore.

Uno dei primi provvedimenti adottati dalle autorità in regime di crisi è stato lo sfollamento di 230 persone, in massima parte a Chippis, villaggio sulla sponda sinistra del Rodano, di fronte a Sierre, dove sfocia La Navisence, il torrente che percorre la Val d’Anniviers.

Danni ingenti, nessun ferito

I livelli di piena più alti negli affluenti del Rodano sono stati misurati stamani, ha indicato Raphaël Mayoraz, capo del Servizio vallesano dei pericoli naturali. In alcune zone i danni sono considerevoli, ma una stima al momento non è possibile. Non si segnalano feriti, ha sottolineato il funzionario.

Per il caposervizio, la costellazione di questo episodio di maltempo è particolare. “Il fatto che quasi tutti gli affluenti del Rodano abbiano una tale portata simultaneamente è piuttosto insolito”.

Vari straripamenti e colate detritiche si sono verificati lungo i torrenti laterali nelle regioni di Zermatt, della Val d’Anniviers e di Evolène, nella Val d’Hérens. Le autorità prevedono che nelle prossime ore si verificheranno altri fenomeni analoghi, ha scritto l’OCC/KFO.

Zermatt isolata

E la situazione è particolarmente critica proprio a Zermatt. L’alto livello del torrente Vispa e frane isolano la località turistica dal resto del mondo. A causa della portata del corso d’acqua, che in più punti minaccia di esondare, nessun treno circola tra Visp e Zermatt, che non è raggiungibile neppure su gomma a causa di smottamenti nel villaggio.

Tra Visp e Täsch, il paesino immediatamente a nord della stazione turistica in cui gli automobilisti diretti a Zermatt devono lasciare il loro veicolo, circolano bus sostitutivi, ha indicato la compagnia ferroviaria Matterhorn Gotthard Bahn. Ma poi non è possibile proseguire il viaggio perché la strada è stata investita da una colata detritica, ha detto Vincent Pellissier, capo del Servizio vallesano delle strade.

A Zermatt le forti precipitazioni e lo scioglimento della neve in quota hanno causato frane e allagamenti e fatto esondare la Vispa in mattinata. Le scuole del villaggio sono state chiuse, ha indicato un impiegato comunale. Lo Stato maggiore di Zermatt è in massima allerta, scrive il quotidiano altovallesano Walliser Bote.

Rodano a livelli di guardia

La portata del Rodano, attualmente ad un livello elevato tra Steg (alla congiunzione con la Lonza, che scorre lungo la Lötschental) e la foce nel Lemano, è destinata a continuare a salire fino a raggiungere il suo picco in serata, ha indicato Mayoraz.

L’OCC/KFO raccomanda di non avvicinarsi ai fiumi, di non parcheggiare sui ponti, di limitare gli spostamenti e di rispettare rigorosamente gli ordini delle autorità. La situazione viene costantemente monitorata e analizzata.

La piattaforma di allarme della Confederazione Alertswiss estende tutte queste raccomandazioni al Rodano a valle di St-Maurice (VS), nello Chablais vodese.

Allerta di MeteoSvizzera

Già giovedì l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia (MeteoSvizzera) aveva emesso un’allerta di grado 3 (pericolo marcato) per il Rodano. Altrove in Svizzera permangono inoltre le allerte di grado 3 per il lago Bodanico superiore (Obersee, il più grande dei due specchi d’acqua che costituiscono il Lago di Costanza) e di grado 4 (pericolo forte) per la parte inferiore (Untersee, parte occidentale del lago).

MeteoSvizzera ha emanato allerte di livello inferiore: per il fiume Ticino e per l’Inn nei Grigioni vale un grado 2 (pericolo moderato).

Attualità

quadri

Altri sviluppi

Sindaca di Zurigo: “Avremmo dovuto reagire prima” sulla collezione Bührle

Questo contenuto è stato pubblicato al La sindaca di Zurigo Corine Mauch critica con il senno di poi la mancanza di una visione critica sulle opere della collezione Bührle. "Avremmo dovuto reagire prima", afferma la politica del PS in un'intervista a CH Media.

Di più Sindaca di Zurigo: “Avremmo dovuto reagire prima” sulla collezione Bührle
Shannen Doherty

Altri sviluppi

Addio Brenda!

Questo contenuto è stato pubblicato al Shannen Doherty, star di Beverly Hills 90210, è morta all'età di 53 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro. Lo annuncia il magazine People.

Di più Addio Brenda!

Altri sviluppi

Swatch, cifre in calo nel primo semestre

Questo contenuto è stato pubblicato al Primo semestre dell'anno molto difficile per Swatch. Dopo la buona performance del 2023, la domanda di orologi si è indebolita, soprattutto in Cina, e il crollo si è fatto sentire anche nel settore della produzione.

Di più Swatch, cifre in calo nel primo semestre
L'ex presidente è stato colpito di striscio a un orecchio.

Altri sviluppi

Attentato a Trump, le reazioni della politica svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al In seguito all'attentato a Donald Trump avvenuto nel corso di un comizio e nel quale l'ex presidente statunitense è stato leggermente ferito a un orecchio, la politica elvetica ha reagito. La presidente Viola Amherd si è detta "scioccata".

Di più Attentato a Trump, le reazioni della politica svizzera
trump dopo la sparatoria

Altri sviluppi

Pugno alzato, sangue sul volto: la foto di Donald Trump diventa iconica

Questo contenuto è stato pubblicato al Pugno alzato, rivolo di sangue sul volto, la bandiera degli Stati Uniti dietro di lui e il cielo azzurro della Pennsylvania sullo sfondo. E' già diventata iconica la fotografia condivisa su 'X' dal figlio dell'ex presidente americano, Donald Trump Jr.

Di più Pugno alzato, sangue sul volto: la foto di Donald Trump diventa iconica

Altri sviluppi

Albert Rösti si oppone all’evacuazione delle persone che vivono nelle valli

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Ministro dell'ambiente Albert Rösti è contrario al trasferimento delle persone che vivono nelle valli alpine a causa del maltempo. "Ciò equivarrebbe a privarli del loro ambiente abituale senza sapere quando e dove si verificherà la prossima catastrofe", afferma.

Di più Albert Rösti si oppone all’evacuazione delle persone che vivono nelle valli
Soccorritori a bordo del fiume dove sono scomparsi i due bus.

Altri sviluppi

Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse

Questo contenuto è stato pubblicato al Due autobus su cui viaggiavano 24 e 42 persone sono improvvisamente stati travolti da una frana e sono precipitati in un fiume. L’incidente è avvenuto venerdì a Simaltal, a circa 120 chilometri a ovest della capitale del Nepal, Kathmandu.

Di più Due bus travolti da una frana in Nepal, 66 persone disperse

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR