Navigation

Due giovani in manette dopo essere fuggiti su auto rubata

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 18 luglio 2018 - 19:36
tvsvizzera/spal con RSI (Quotidiano del 18.7.2018)

Quanto è accaduto negli scorsi giorni nel Luganese sembra la collaudata, e per certi versi scontata, trama di un film poliziesco. Ma il finale per i due protagonisti non è stato una finzione e per loro sono scattate le manette vere.

Un 19enne e un 20enne, entrambi svizzeri e domiciliati nel distretto, hanno infatti rubato una Mercedes da un concessionario ad Agno, alla quale hanno applicato delle targhe rubate a loro volta. Ma invece di lucrare sul loro colpo, cercando di rivendere l'auto, i due hanno scorrazzato in lungo e largo nella regione a bordo della Mercedes rubata.

Finché la loro presenza è stata segnalata domenica notte al valico doganale di Ponte Cremenaga ed è quindi iniziato un rocambolesco inseguimento che ha coinvolto le pattuglie delle polizie comunali di Lugano e Malcantone.

I fuggitivi hanno cercato di far perdere le loro tracce sfrecciando a oltre 130 km/h anche lungo strade urbane. Ma la loro corsa è finita in prossimità di una rotatoria a Bioggio a causa di un incidente e i due sono rimasti leggermente feriti. 

Dall'indagine è emerso che la coppia si era resa protagonista di altri furti e danneggiamenti nelle settimane precedenti, come testimonierebbe la refurtiva rinvenuta nell'abitazione del 20enne.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.