Navigation

Lotta alle mafie, armi spuntate

Il procuratore generale della Confederazione lamenta: con la legge attuale, la sola appartenenza a un'organizzazione criminale non è sufficiente per una condanna

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 gennaio 2015 - 21:08

Le organizzazioni criminali sono una realtà anche in Svizzera. Una presenza ancora più evidente dallo scorso anno, quando fu diffuso il video sulla cosca della 'Ndrangheta radicata nel canton Turgovia.

Ma perseguire i membri di queste organizzazioni, nella Confederazione, non è facile: la sola affiliazione non basta. A dirlo è il procuratore generale della Confederazione, Michael Lauber.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.