Lotta al coronavirus Accordo tra Moderna e Lonza per potenziare la produzione di vaccini

Edificio con logo Lonza

Il sito di produzione della Lonza a Visp, in Vallese.

Keystone / Jean-christophe Bott

Il laboratorio di biotecnologia statunitense Moderna ha siglato un accordo per potenziare la produzione del suo vaccino anti-Covid presso l'azienda Lonza a Visp, nel Cantone Vallese.

L'intenzione di Moderna è di investire nelle sue catene di fabbricazione per poter produrre nel 2022 fino a 3 miliardi di dosi del suo vaccino contro il coronavirus. Il laboratorio biotecnologico, che ha sviluppato un preparato immunizzante basato sulla tecnologia mRNA, ha anche rivisto al rialzo le sue stime di produzione per il 2021 e spera poter fornire tra gli 800 milioni e il miliardo di dosi prima della fine di quest'anno.

In particolare, Moderna intende investire nelle strutture del gruppo elvetico Lonza, uno dei grandi fornitori dell'industria farmaceutica, e della spagnola Rovi, che si occupa della messa in flacone. Presso la fabbrica della Lonza di Visp, nel cantone Vallese, verranno installate tre nuove linee di produzione delle sostanze necessarie al vaccino.

"Vediamo ce il virus si propaga rapidamente, sta mutando. Dobbiamo giocare d'anticipo per essere pronti nel caso si riveli necessaria una terza dose di richiamo", ha sottolineato ai microfoni della Radiotelevisione svizzera francese (rts) il direttore di Moderna Europe Dan Staner.

Gli investimenti inizieranno ad avere effetto a cavallo tra il 2021 e 2022.

Ricerca di personale

Secondo quanto annunciato dalla rts, Lonza sarebbe alla ricerca di personale qualificato e starebbe considerando una collaborazione con il gigante dell'alimentazione Nestlé, il quale per ora non ha fornito dettagli in proposito. 

Tuttavia, la Confederazione avrebbe contattato le grandi imprese svizzere per chiedere loro aiuto fornendo specialisti e Nestlé avrebbe "inoltrato la richiesta al personale lanciando un appello a eventuali volontari", secondo la RTS. 


tvsvizzera.it/Zz/afp con RSI (TG del 29.04.2021)

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.


Parole chiave