La televisione svizzera per l’Italia

Le tre iniziative sulla salute sono osteggiate da Berna

Un'infermiera e sullo sfondo una camera d'ospedale.
Costi insostenibili ma i rimedi possono essere peggio della medicina. KEYSTONE/© KEYSTONE / CHRISTIAN BEUTLER

Il Governo federale boccia le tre iniziative in ambito sanitario, su cui il popolo sarà chiamato ad esprimersi il prossimo 9 giugno, poiché a suo dire sono troppo onerose, troppo rigide e di difficile applicazione.

A nome dell’esecutivo Elisabeth Baume-Schneider ha affermato a Berna che le prime due iniziative sull’assicurazione sanitaria obbligatoria (“per premi meno onerosi” del PS e “per un freno ai costi sanitari” del Centro) non rappresentano la risposta giusta al problema reale dell’aumento della spesa.

+ Come funziona il sistema sanitario svizzero?

Nell’arco di dieci anni, il premio assicurativo medio è salito da 260 franchi a 330 franchi per persona al mese, ha sottolineato la consigliera federale socialista, ma le soluzioni avanzate sono finanziariamente insostenibili.

Contenuto esterno

Nessuna responsabilizzazione dei Cantoni

In particolare la prima (premi non superiori al 10% del reddito disponibile), ha sottolineato la consigliera federale giurassiana, comporterebbe ulteriori costi miliardari per la Confederazione senza alcun incentivo ai Cantoni, che sono i veri responsabili della politica sanitaria, per contenere la spesa.

È preferibile invece il controprogetto indiretto messo a punto da Governo e Parlamento, a suo giudizio più equilibrato, che prevede un aumento del contributo dei Cantoni ai sussidi stimato in 360 milioni, che li spinge a tenere sotto controllo i costi dalla salute.

I Cantoni con costi sanitari elevati dovrebbero infatti pagare di più rispetto a quelli con costi inferiori e sarebbero così incentivati a contenere le spese a carico dell’assicurazione obbligatoria.

Freno alla spesa troppo rigido

Discorso analogo per la proposta del Centro (freno alla spesa sanitaria), ritenuta troppo rigida – scatterebbe infatti automaticamente quando diventa eccessivo il divario tra l’aumento dei premi assicurativi e la crescita dei salari e dell’economia. Questa, ha evidenziato la consigliera federale, non tiene conto dei fattori naturali di incremento dei costi (invecchiamento della popolazione) e rischia di tagliare pesantemente le prestazioni.

Noi temiamo, ha detto Elisabeth Baume-Schneider, che questa rigidità possa ripercuotersi sull’offerta sanitaria, col pericolo che i pazienti non possano più accedere, perlomeno preventivamente, a trattamenti all’avanguardia.

Per ovviare alla crescita della spesa, Berna ha messo sul tavolo una proposta secondo la quale il Consiglio federale dovrà definire ogni quattro anni obiettivi di spesa per determinare l’aumento massimo dei costi dell’assicurazione obbligatoria.

Nessun obbligo vaccinale

In merito infine all’iniziativa “per la libertà e l’integrità fisica” lanciata dai No Vax, che in sostanza richiede il consenso delle e degli interessati per gli interventi dello Stato sulla loro integrità fisica e psichica, il Governo osserva che tale obiettivo è già contemplato dalla Costituzione.

Contenuto esterno

Per contro, se l’iniziativa venisse approvata dal popolo, non sarebbero chiare le conseguenze concrete in diversi settori. L’attività della polizia, ad esempio, potrebbe essere ostacolata (sarebbe preclusa la possibilità di prelevare il dna senza il consenso).

Attualità

Un cacciatore.

Altri sviluppi

Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi

Questo contenuto è stato pubblicato al L'abbattimento dei lupi nei Grigioni, a determinate condizioni, sarà estesa quest'autunno per la prima volta ai titolari delle patenti per la caccia alta.

Di più Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi
baume schneider su schermi durante discorso

Altri sviluppi

Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale e direttrice del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Elisabeth Baume-Schneider ha invitato i membri dell'OMS a impegnarsi per un'intesa contro le pandemie.

Di più Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”
tariq ramadan di profilo

Altri sviluppi

Al via il processo d’appello contro Tariq Ramadan

Questo contenuto è stato pubblicato al Assolto in primo grado dall'accusa di violenza carnale e coazione sessuale, l'islamologo svizzero Tariq Ramadan torna lunedì davanti ai giudici a Ginevra per il processo d'appello.

Di più Al via il processo d’appello contro Tariq Ramadan
nastro della polizia impedisce accesso a un edificio dell'università di basilea

Altri sviluppi

Occupazione filo-palestinese, sgomberata l’Università di Basilea

Questo contenuto è stato pubblicato al La polizia di Basilea Città ha sgomberato nella mattinata di lunedì un edificio dell'Università di Basilea occupato da attivisti e attiviste filo-palestinesi. Lo ha annunciato la stessa polizia cantonale tramite un post su X (ex Twitter).

Di più Occupazione filo-palestinese, sgomberata l’Università di Basilea
zelensky

Altri sviluppi

Zelensky invita Joe Biden e Xi Jinping in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Domenica il presidente ucraino ha invitato il suo omologo statunitense e quello cinese a partecipare al summit sulla pace in Svizzera.

Di più Zelensky invita Joe Biden e Xi Jinping in Svizzera
Attentato in Piazza delle Loggia a Brescia.

Altri sviluppi

Strage di Piazza della Loggia, spunta una traccia ticinese

Questo contenuto è stato pubblicato al L’attentato di matrice neofascista in Piazza della Loggia a Brescia nel 1974 provoca 8 morti e 102 feriti. Da documenti desecretati, oggi emergono legami con la Svizzera italiana.

Di più Strage di Piazza della Loggia, spunta una traccia ticinese
L'attrice Mikey Madison in una scena del film "Anora"

Altri sviluppi

A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro

Questo contenuto è stato pubblicato al Al 77esimo Festival del film, il premio della giuria è andato a "Emilia Perez" di Jacques Audiard, mentre il premio speciale se lo è aggiudicato "Il seme del fico sacro", del regista dissidente Mohammad Rasoulof.

Di più A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR