Navigation

Le torri svizzere di Expo non hanno dove andare

Saranno smantellate (e riciclate) perché spostarle è troppo caro; una cinquantina di città ha declinato l'offerta, alcuni privati hanno rinunciato

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 novembre 2015 - 22:26

Non rivedremo più le torri del padiglione svizzero a Expo Milano 2015. Lo spostamento delle strutture si è rivelato troppo caro, tra gli 800 mila e il milione di franchi, e le torri saranno dunque smantellate e riciclate come il resto della struttura.

Una cinquantina di città svizzere contattate lo scorso anno aveva già declinato l'offerta per questioni finanziarie. Alla luce dei costi, hanno rinunciato anche alcuni privati che si erano detti interessati.

Il futuro del monolito in granito che riproduce il massiccio del San Gottardo, anche questo parte del padiglione svizzero, sarà invece deciso a gennaio dalle autorità politiche di Ticino, Grigioni, Uri e Vallese, i quattro cantoni alpini all'origine del progetto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.