Navigation

Le nuove norme sull'immigrazione sui domenicali svizzeri

Critiche e proposte di correttivi al testo uscito dal Consiglio Nazionale da parte di Philipp Müller e Christian Levrat

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 ottobre 2016 - 15:53

I domenicali svizzeri sono tornati sull'applicazione dell'iniziativa popolare contro l'immigrazione di massa di cui si è occupato recentemente il Consiglio Nazionale. Per l'ex presidente del PLR Philipp Müller, intervistato dalla NZZ am Sonntag, la soluzione adottata dalla camera bassa e sostenuta dal suo partito è troppo blanda rispetto al contenuto dell'iniziativa votata dal popolo il 9 marzo 2014.

In alternativa ai contingenti, difficilmente conciliabili con la libera circolazione, il politico argoviese è disposto ad appoggiare il compromesso che mira a privilegiare la manodopera indigena. Ma questo principio andrebbe applicato in modo più severo, obbligando ad esempio i datori di lavoro a motivare l'assunzione di personale estero al posto di quello locale.

Da parte sua il presidente socialista Christian Levrat sulla Schweiz am Sonntag ha posto l'indice contro i licenziamenti abusivi dietro i quali si cela la sostituzione di dipendenti indigeni con manodopera straniera a buon mercato. Tutti temi su cui si occuperà a breve anche l'altra Camera che verosimilmente apporterà correttivi al testo del Nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.