Navigation

Le locle, abitanti in coda per l'acqua

Dopo la contaminazione da batteri fecali della rete idrica, che ha causato la gastroenterite a un migliaio d'abitanti, il Comune distribuisce acqua in bottiglia

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2015 - 22:26

A Le Locle, dove una contaminazione da batteri fecali ha mandato all'ospedale 63 persone, gli abitanti continuano a non poter bere l'acqua del rubinetto.

Nell'attesa che le condizioni igieniche della rete idrica comunale tornino alla normalità, però, il municipio ha iniziato a distribuire acqua minerale, creando una situazione decisamente inconsueta.

Mercoledì alle 7, in automobile o a piedi, erano già in tanti a ritirare la loro razione. Agli anziani, e alle persone con problemi di mobilità, sarà consegnata a domicilio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.