La televisione svizzera per l’Italia

Le carceri svizzere cominciano a essere un po’ affollate

mano su una sbarra di prigione
Il numero di posti nei penitenziari svizzeri è rimasto stabile, ma quello dei detenuti è aumentato l'anno scorso. KEYSTONE

Il tasso di occupazione degli istituti penitenziari elvetici era del 94,9% a fine gennaio 2024. Si tratta del livello più alto degli ultimi dieci anni.

Stando ai dati pubblicati lunedìCollegamento esterno dall’Ufficio federale di statistica (UST), che si riferiscono a fine gennaio 2024, erano 6’881 gli uomini e le donne detenute in Svizzera. Il dato è in aumento del 7% rispetto a un anno prima.

Malgrado il numero di persone incarcerate sia cresciuto, quello dei posti di detenzione è rimasto stabile (7’251) rispetto all’anno precedente (+0,8%). Ciò ha pertanto determinato un aumento del tasso di occupazione a livello nazionale di 5,3 punti percentuali, a quota 94,9%, il livello massimo dal 2014.

Uno su tre in detenzione preventiva

Il 64% dei detenuti e delle detenute stava scontando una pena o eseguendo una misura, compresa l’esecuzione anticipata, mentre il 30% si trovava in carcerazione preventiva o di sicurezza e il 6% era in prigione per altre ragioni.

Su base annua, l’incremento del tasso di occupazione è stato maggiore nei due Concordati di lingua tedesca rispetto a quello latino. Nella Svizzera centrale e nordoccidentale (92,7%) e in quella orientale (88,4%) il tasso è comunque inferiore a quello nazionale, rileva tuttavia l’UST. Sebbene tra il 2023 e il 2024 il tasso di occupazione nel Concordato latino sia aumentato solo leggermente (+3,4%), quest’anno ha superato il 100% per la prima volta dal 2021 (102,4%).

Le persone in carcere preventivo o di sicurezza erano 2’076 (+7,9% rispetto al 2023). Dall’inizio della rilevazione nel 1988, il totale del 2024 è il secondo più alto mai registrato per questa categoria.

Delle 6’881 persone detenute, 4’973 erano straniere. Le donne (395) rappresentano meno del 6% della popolazione carceraria. Da notare anche che il numero di stabilimenti penali è costantemente diminuito negli ultimi decenni: nel 1996 ve ne erano 164 su tutto il territorio nazionale, mentre oggi sono 88.

+ Perché la maggior parte dei detenuti in Svizzera è straniera?

Attualità

Klaus Schwab durante l'ultimo WEF.

Altri sviluppi

Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos

Questo contenuto è stato pubblicato al Klaus Schwab, fondatore del Forum economico mondiale di Davos (WEF) lascia la sua carica di presidente esecutivo. L'86enne lo ha annunciato martedì in una mail allo staff.

Di più Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos
Il monte Fuji e in primo piano il supermercato della catena nipponica.

Altri sviluppi

Il Monte Fuji e la lotta al turismo giornaliero

Questo contenuto è stato pubblicato al Una cittadina presa d'assalto per la sua vista sul Monte Fuji non ha optato per una tassa ma a pensato a qualcosa di parecchio diverso.

Di più Il Monte Fuji e la lotta al turismo giornaliero
Un'immagine virtuale di un robot.

Altri sviluppi

Dall’UE la prima legge al mondo che regola l’intelligenza artificiale

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio dell'Unione europea ha dato il via libera all'AI Act, ovvero alla legge europea sull'intelligenza artificiale che disciplina lo sviluppo, l'immissione sul mercato e l'uso dei sistemi di intelligenza artificiale nell'UE

Di più Dall’UE la prima legge al mondo che regola l’intelligenza artificiale
L'aula della CEDU.

Altri sviluppi

La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati, non vi è motivo di dare seguito alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'Uomo contro la Svizzera per violazione dei diritti umani in ambito ambientale.

Di più La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU
L'etichetta colorata di Nutri-Score.

Altri sviluppi

Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score

Questo contenuto è stato pubblicato al La decisione del numero uno svizzero del commercio al dettaglio è stata fortemente criticata dalla Fondazione per la protezione dei consumatori.

Di più Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score
Il premier Benjamin Netanyahu (sinistra) e il ministro della difesa Yoav Gallant.

Altri sviluppi

Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia

Questo contenuto è stato pubblicato al Tutti i partiti israeliani difendono il premier Netanyahu e il ministro della difesa Gallant, accusati di crimini di guerra e contro l’umanità dal procuratore capo della Corte penale internazionale dell'Aia.

Di più Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR