Navigation

Le allergie colpiscono già in inverno

Il nocciolo quest'anno è fiorito già in dicembre causando problemi a chi soffre di allergie. Keystone / Mehmet Kacmaz

Anomale: si possono definire così le allergie di quest’anno. Chi starnutisce da parecchie settimane se ne sarà accorto: la fioritura di nocciolo e ontano è iniziata decisamente in anticipo con picchi elevati già a fine dicembre a causa delle alte temperature e del soleggiamento. Gioca un ruolo non indifferente anche lo smog.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2022 - 11:54
tvsvizzera.it/fra

"A provocare allergia sono anche polveri sottili che attaccandosi ai pollini possono accentuare le allergie alle persone che soffrono", Elena Altoni di MeteoSvizzera.

Non si intravvedono miglioramenti all’orizzonte: "È previsto un rialzo delle temperature e non cambierà molto", precisa Elena Altoni. Intanto MeteoSvizzera Link esternosta mettendo a punto un nuovo metodo di rilevamento accanto a quello tradizionale, effettuato settimanalmente con un tamburo 'captapollini'.

"Con il nuovo strumento – spiega Elena Altoni - che è in fase pilota si avranno informazioni quotidiane sul tipo polline presente su andamento e si amplifica lo spettro dei pollini che è possibile rilevare". Si avranno così più informazioni utili per i medici e le persone che soffrono di questo disturbo.

Contenuto esterno

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?