La televisione svizzera per l’Italia

La Victorinox pensa a un coltellino senza lama

coltellino
Un coltellino svizzero senza lama? La Victorinox ci pensa. Keystone

Confrontata con un crescente numero di Paesi che vietano di portare con sé dei coltelli, la Victorinox, produttrice dell'iconico coltellino svizzero, sta lavorando sullo sviluppo di un modello senza lama.

“In alcuni mercati la lama è associata a un’immagine di arma”, ha sottolineato lunedì in un’intervista pubblicata sul Blick Carl Elsener, amministratore delegato dell’impresa con sede a Ibach, nel Canton Svitto.

Nel Regno Unito e in alcuni Paesi asiatici, possono avere con sé un coltello solo le persone che ne hanno bisogno per il loro lavoro o per attività all’aperto. Nelle città, il porto di coltelli da tasca è fortemente limitato.

+ In Giappone un uomo è stato condannato per aver portato con sé un coltellino svizzero

Per questa ragione, la Victorinox sta pensando di sviluppare un modello privo di lama: “Ad esempio, ho in mente uno strumento interessante per i ciclisti – spiega Elsener. Nella nostra gamma abbiamo già uno strumento specifico per i golfisti. I ciclisti probabilmente hanno bisogno di strumenti speciali, ma non necessariamente di una lama”.

Non è la prima volta che l’azienda è confrontata con il fatto che la lama di un coltello da tasca sia considerata un’arma potenziale. Dopo gli attentati dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti, le vendite di questi oggetti sono crollate di oltre il 30% da un giorno all’altro, ha ricordato il Ceo della Victorinox. “L’11 settembre ci ha dolorosamente dimostrato che non dobbiamo dipendere da un solo settore di attività”, ha sottolineato.

Aumento dei prezzi

L’azienda esporta l’80% dei coltelli da tasca, da cucina, professionali come anche orologi prodotti in Svizzera. Il resto viene venduto sul mercato interno. Per compensare la forza del franco, l’impresa dovrà continuare ad automatizzare e razionalizzare in futuro, secondo il suo Ceo.

La Victorinox ha aumentato i prezzi dei suoi coltelli da tasca del 9%, precisa Elsener. La concorrenza più debole rispetto all’altro suo cavallo di battaglia, i coltelli professionali, ha permesso questo aumento dei prezzi. I coltelli professionali del produttore svizzero sono più costosi del 25% rispetto a quelli di altri produttori. In questo ambito, l’azienda deve affrontare la concorrenza dei produttori tedeschi e americani, ha aggiunto.

Attualità

Klaus Schwab durante l'ultimo WEF.

Altri sviluppi

Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos

Questo contenuto è stato pubblicato al Klaus Schwab, fondatore del Forum economico mondiale di Davos (WEF) lascia la sua carica di presidente esecutivo. L'86enne lo ha annunciato martedì in una mail allo staff.

Di più Klaus Schwab lascia la presidenza esecutiva del WEF di Davos
Il monte Fuji e in primo piano il supermercato della catena nipponica.

Altri sviluppi

Il Monte Fuji e la lotta al turismo giornaliero

Questo contenuto è stato pubblicato al Una cittadina presa d'assalto per la sua vista sul Monte Fuji non ha optato per una tassa ma a pensato a qualcosa di parecchio diverso.

Di più Il Monte Fuji e la lotta al turismo giornaliero
Un'immagine virtuale di un robot.

Altri sviluppi

Dall’UE la prima legge al mondo che regola l’intelligenza artificiale

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio dell'Unione europea ha dato il via libera all'AI Act, ovvero alla legge europea sull'intelligenza artificiale che disciplina lo sviluppo, l'immissione sul mercato e l'uso dei sistemi di intelligenza artificiale nell'UE

Di più Dall’UE la prima legge al mondo che regola l’intelligenza artificiale
L'aula della CEDU.

Altri sviluppi

La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati, non vi è motivo di dare seguito alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'Uomo contro la Svizzera per violazione dei diritti umani in ambito ambientale.

Di più La Commissione degli affari giuridici critica la decisione della CEDU
L'etichetta colorata di Nutri-Score.

Altri sviluppi

Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score

Questo contenuto è stato pubblicato al La decisione del numero uno svizzero del commercio al dettaglio è stata fortemente criticata dalla Fondazione per la protezione dei consumatori.

Di più Migros rinuncia alle etichette Nutri-Score
Il premier Benjamin Netanyahu (sinistra) e il ministro della difesa Yoav Gallant.

Altri sviluppi

Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia

Questo contenuto è stato pubblicato al Tutti i partiti israeliani difendono il premier Netanyahu e il ministro della difesa Gallant, accusati di crimini di guerra e contro l’umanità dal procuratore capo della Corte penale internazionale dell'Aia.

Di più Gaza, Israele rigetta le accuse dell’Aia

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR