Navigation

La Svizzera non è un paese per lupi

Berna intende consentire dal prossimo anno abbattimenti mirati di questi predatori. Gli ambientalisti insorgono

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 dicembre 2014 - 20:54

A sorpresa l'Ufficio federale dell'ambiente ha annunciato di voler allentare dal prossimo anno le norme a tutela dei lupi presenti in Svizzera. La loro caccia resterà in via di principio vietata ma le future disposizioni consentiranno abbattimenti mirati, anche degli esemplari più giovani.

La diffusione di questo predatore nell'ultimo decennio, in particolare nel cantone Grigioni dove si è installato un primo branco, richiede secondo Berna nuove regole, così come proposto da allevatori e cacciatori. Non sono della stessa opinione le organizzazioni ambientaliste per le quali nella Confederazione vi sarebbe spazio per almeno trecento lupi, una cifra ben lontana dall'attuale situazione che vede solo poche decine di questi predatori sulle Alpi elvetiche.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.