Navigation

La SOB vuole il San Gottardo

Südostbahn torna alla carica: "La tratta di montagna è nostra". La concessione FFS scade nel 2017

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2016 - 20:44

La Schweizerische Südostbahn (SOB) torna alla carica per la gestione della tratta di montagna della ferrovia del San Gottardo. L'azienda ha infatti inoltrato giovedì all'Ufficio federale dei trasporti la sua proposta in vista del rinnovo della concessione — attualmente attribuita alle Ferrovie federali — che scade a fine 2017.

La richiesta non è nuova, poiché era già stata fatta due anni fa dalla stessa società, in previsione dell'apertura della nuova galleria di base il 1° giugno. All'epoca, tuttavia, la risposta era stata negativa.

Sulla vecchia linea, che sarà considerata "storica", ci saranno convogli TILO solo fino a Erstfeld (nel canton Uri). La Leventina perderà così tutti i collegamenti diretti con le grandi città della Svizzera nordalpina, mentre la compagnia sangallese intende far circolare i suoi treni da Lugano a, rispettivamente, Basilea e Zurigo, sfruttando il tunnel di base del Ceneri e la tratta di montagna del San Gottardo.

RedMM

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.