Navigation

La sicurezza dei dati degli F-35 passa dal Ticino

Sull'acquisto degli F-35 da parte della Confederazione è stato lanciato un referendum. Keystone / David Crosling

La scelta dell'aereo da combattimento 'F-35A' ufficializzata dal Consiglio federale avrà delle ricadute in termini di compensazioni industriali, e tra i beneficiari c'è anche un'azienda di Mendrisio.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2021 - 20:52
tvsvizzera.it/fra

Si tratta della Nozomi Networks, nata in Ticino nel 2013 e specializzata in sicurezza informatica. L'azienda è stata individuata dal costruttore americano Lockheed Martin, produttore dei caccia militari, per un compito particolare.

"Si tratta di realizzare un centro di eccellenza a Mendrisio dove verrà realizzata una rete di simulazione simile a quella che connette tutti gli F-35A e questo laboratorio avrà l'obiettivo di trovare vulnerabilità, di addestrare personale dell'esercito e personale esterno per monitorare e migliorare continuamente la rete che connette gli aerei", spiega Moreno Carullo, co-fondatore e direttore tecnico.

La Nozomi Networks conta 200 impiegati nel mondo, una cinquantina a Mendrisio dove ha la sede europea e con il nuovo incarico punta a creare 15 nuovi posti di lavoro in Ticino. "Inoltre prevediamo di realizzare una serie di servizi attorno a questo centro di eccellenza che porteranno dell'indotto a livello locale", aggiunge Carullo.

Cosa sono gli affari di compensazione

Quando la Svizzera acquista armamenti all’estero, il produttore straniero è generalmente tenuto a compensare parte della somma contrattuale con una partecipazione economica dell’industria elvetica, che può toccare vari settori, dal meccanico all'aerospaziale, dalla ricerca all'informatica.

Nel caso dei nuovi caccia, era già stata decisa una compensazione del 60% del valore del contratto. Per quanto riguarda la distribuzione, la ripartizione di solito è questa: il 65% alla regione di lingua tedesca, il 30% a quella francofona e il 5% a quella italofona.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.