La televisione svizzera per l’Italia

La replica di un tunnel di Hamas è stata installata davanti all’ONU a Ginevra

tunnel
© Keystone / Salvatore Di Nolfi

Un container che riproduce le condizioni di detenzione degli ostaggi israeliani da parte di Hamas è stato aperto ai visitatori davanti alla sede delle Nazioni Unite a Ginevra.

Lunedì e martedì, diplomatici e curiosi hanno potuto mettersi per qualche minuto nei panni di un ostaggio in un tunnel di Hamas riprodotto in un container in Place des Nations a Ginevra, davanti alla sede dell’ONU.

L’esperienza è durata solo tre minuti, ma ha scioccato diverse persone che sono entrate nel sito di sei metri per due e mezzo. Il gruppo di cittadini ginevrini che ha organizzato l’evento ha avuto colloqui con l’associazione dei parenti degli ostaggi in Israele per renderlo il più “autentico possibile”. Sono state ottenute informazioni anche dall’esercito israeliano.

Dopo essere entrati in un’angusta toilette con sopra uno striscione di Hamas, i visitatori e le visitatrici entrano in una piccola stanza dopo un corridoio chiuso da una grata. Si sentono i suoni originali del massacro del 7 ottobre, così come le urla delle vittime, gli spari e l’impatto dei bombardamenti che scuotono l’infrastruttura.

Sul pavimento, un materasso è cosparso di vestiti da bambino sporchi di sangue. Una luce riflette i ritratti degli ostaggi ancora trattenuti. Lunedì erano presenti anche le famiglie di una decina di perone ancora detenute.

Martedì, all’esterno, un altro organizzatore ha elencato i nomi delle 136 persone ancora in ostaggio, denunciando i crimini di guerra perpetrati da Hamas. Questo progetto pilota potrebbe continuare in altre città della Svizzera o in altri Paesi. “È ancora presto per dirlo”, dice un organizzatore, “ma c’è abbastanza interesse per continuare”.

Attualità

L'attrice Mikey Madison in una scena del film "Anora"

Altri sviluppi

A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro

Questo contenuto è stato pubblicato al Al 77esimo Festival del film, il premio della giuria è andato a "Emilia Perez" di Jacques Audiard, mentre il premio speciale se lo è aggiudicato "Il seme del fico sacro", del regista dissidente Mohammad Rasoulof.

Di più A Cannes, “Anora” di Sean Baker vince la Palma d’oro
Kharkiv

Altri sviluppi

Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv

Questo contenuto è stato pubblicato al L’esercito di Mosca colpisce, con due bombe plananti, un centro commerciale della seconda città ucraina. I morti potrebbero essere decine.

Di più Nuovo pesante attacco russo su Kharkiv
Sono circa 500 le persone che hanno partecipato in maniera pacifica.

Altri sviluppi

Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa

Questo contenuto è stato pubblicato al La manifestazione si è svolta in risposta ad un servizio tv sulla vicenda di una donna violentata e picchiata nell'appartamento di un avvocato. Un caso per il quale le autorità non avrebbero agito come avrebbero dovuto.

Di più Un caso di cronaca scatena proteste contro la polizia e il Governo a Sciaffusa
Trump nel Bronx

Altri sviluppi

Trump nel Bronx per trovare sostenitori

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel distretto newyorchese, abitato soprattutto da ispanici e afroamericani, l'ex presidente ha trovato diversi sostenitori.

Di più Trump nel Bronx per trovare sostenitori

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR