La televisione svizzera per l’Italia

La potente famiglia Hinduja condannata per usura

I legali della potente famiglia Hinduja, Nicolas Jeandin (sinistra) e Robert Assael, che hanno preannunciato ricorso.
I legali della potente famiglia Hinduja, Nicolas Jeandin (sinistra) e Robert Assael, che hanno preannunciato ricorso. keystone

Il Tribunale di Ginevra infligge pesanti pene detentive a quattro componenti della ricchissima famiglia indiana per aver sfruttato i domestici, pagati tra i 200 e i 400 franchi al mese.

I membri della potente famiglia indiana Hinduja sono stati assolti venerdì dall’accusa di traffico di esseri umani dal Tribunale correzionale di Ginevra, che li ha tuttavia condannati a pesanti pene detentive per aver sfruttato il personale indiano della loro residenza in Svizzera.

Il padre, Prakash Hinduja (78 anni), e la moglie Kamal (75 anni) sono stati condannati a 4 anni e 6 mesi di carcere, mentre il figlio Ajay (56 anni) e la nuora Namrata (50 anni) hanno ricevuto pene di 4 anni. La lettura del verdetto da parte del presidente del tribunale è avvenuta in assenza dei quattro imputati.

Il servizio del TG:

Contenuto esterno

I dipendenti adibiti a lavori domestici nella loro villa di Cologny (Ginevra), erano tutti stati assunti in India e provenivano da ceti particolarmente disagiati. Per anni, come ha potuto accertare la corte, sono stati sottoposti a trattamenti degradanti e umilianti.

Salari inferiori dell’80-90% al dovuto

I quattro imputati stati riconosciuti colpevoli, in particolare, di “usura di mestiere” per aver sfruttato la debolezza dei loro dipendenti, che venivano retribuiti tra i 220 franchi (230 euro) e i 400 franchi al mese, molto meno di quanto un lavoratore domestico viene pagato in Svizzera.

Secondo la corte i salari versati, inferiori dell’80-90% al dovuto, sono all’origine della condanna per “usura”. Una situazione resa possibile dalla scarsa istruzione e dall’ingenuità dei dipendenti, inconsapevoli dei loro diritti, di cui ha approfittato la ricchissima famiglia indiana.

Dopo il verdetto il procuratore Yves Bertossa ha chiesto l’arresto degli imputati che però erano assenti in aula. A questo proposito la difesa ha sostenuto che non c’era rischio di fuga, in quanto Kamal Hinduja si trovava in ospedale a Monaco con una prognosi grave. E di conseguenza il figlio e la nuora sono andati a raggiungere il marito al capezzale della signora Hinduja. 

Nonostante un accordo extragiudiziale segreto raggiunto durante il processo con i tre dipendenti che hanno fatto causa alla famiglia Hinduja, il Tribunale di Ginevra non ha voluto archiviare il procedimento nei confronti dei quattro imputati, che possiedono tutti la cittadinanza elvetica.

Spendevano di più per il cane

Nella sua arringa finale, il procuratore pubblico Yves Bertossa ha accusato gli imputati di aver “fatto tutto questo per risparmiare”. “In questa famiglia – ha precisato – si spende di più per il cane che per il personale domestico”.

La difesa, invece, che ha espresso sorpresa per le parole del procuratore, ha già annunciato il ricorso contro il verdetto.

Il loro legale ha sottolineato le presunte lacune della tesi accusatoria, in particolare la mancata menzione dei compensi in natura che venivano corrisposti in aggiunta agli stipendi in denaro. Secondo la difesa, i tre querelanti non erano segregati e potevano liberamente lasciare la villa.

Gli Hinduja sono considerati la famiglia più ricca del Regno Unito, con un patrimonio che secondo il Sunday Times si aggira attorno ai 37 miliardi di sterline (48 miliardi di euro). Forbes stima la loro fortuna invece a 20 miliardi di dollari. Il loro gruppo, presente in 38 Paesi, è attivo, tra le altre cose, nei settori bancario, finanziario dei trasporti, dell’energia, dei media e della sanità e impiega circa 200’000 persone.

Attualità

presa elettrica

Altri sviluppi

Prodotti elettrici: quasi un quarto è difettoso

Questo contenuto è stato pubblicato al Il 23% degli articoli elettrici controllati nel 2023 dall'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI presentava difetti di maggiore o minore entità.

Di più Prodotti elettrici: quasi un quarto è difettoso
L'auto è da rottamare.

Altri sviluppi

Intrappolato nell’auto, un bimbo si salva per miracolo nel canton Argovia

Questo contenuto è stato pubblicato al Domenica mattina nel territorio di Urnäsch (canton Argovia), un bimbo di 3 anni è rimasto intrappolato nell'automobile dei genitori finita in una scarpata per una sessantina di metri. A parte qualche taglio, il bambino è rimasto praticamente illeso.

Di più Intrappolato nell’auto, un bimbo si salva per miracolo nel canton Argovia
quadri

Altri sviluppi

Sindaca di Zurigo: “Avremmo dovuto reagire prima” sulla collezione Bührle

Questo contenuto è stato pubblicato al La sindaca di Zurigo Corine Mauch critica con il senno di poi la mancanza di una visione critica sulle opere della collezione Bührle. "Avremmo dovuto reagire prima", afferma la politica del PS in un'intervista a CH Media.

Di più Sindaca di Zurigo: “Avremmo dovuto reagire prima” sulla collezione Bührle
Shannen Doherty

Altri sviluppi

Addio Brenda!

Questo contenuto è stato pubblicato al Shannen Doherty, star di Beverly Hills 90210, è morta all'età di 53 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro. Lo annuncia il magazine People.

Di più Addio Brenda!

Altri sviluppi

Swatch, cifre in calo nel primo semestre

Questo contenuto è stato pubblicato al Primo semestre dell'anno molto difficile per Swatch. Dopo la buona performance del 2023, la domanda di orologi si è indebolita, soprattutto in Cina, e il crollo si è fatto sentire anche nel settore della produzione.

Di più Swatch, cifre in calo nel primo semestre
L'ex presidente è stato colpito di striscio a un orecchio.

Altri sviluppi

Attentato a Trump, le reazioni della politica svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al In seguito all'attentato a Donald Trump avvenuto nel corso di un comizio e nel quale l'ex presidente statunitense è stato leggermente ferito a un orecchio, la politica elvetica ha reagito. La presidente Viola Amherd si è detta "scioccata".

Di più Attentato a Trump, le reazioni della politica svizzera
trump dopo la sparatoria

Altri sviluppi

Pugno alzato, sangue sul volto: la foto di Donald Trump diventa iconica

Questo contenuto è stato pubblicato al Pugno alzato, rivolo di sangue sul volto, la bandiera degli Stati Uniti dietro di lui e il cielo azzurro della Pennsylvania sullo sfondo. E' già diventata iconica la fotografia condivisa su 'X' dal figlio dell'ex presidente americano, Donald Trump Jr.

Di più Pugno alzato, sangue sul volto: la foto di Donald Trump diventa iconica

Altri sviluppi

Albert Rösti si oppone all’evacuazione delle persone che vivono nelle valli

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Ministro dell'ambiente Albert Rösti è contrario al trasferimento delle persone che vivono nelle valli alpine a causa del maltempo. "Ciò equivarrebbe a privarli del loro ambiente abituale senza sapere quando e dove si verificherà la prossima catastrofe", afferma.

Di più Albert Rösti si oppone all’evacuazione delle persone che vivono nelle valli

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR