La televisione svizzera per l’Italia

Proteste pro-palestinesi, sgomberata l’Università di Berna

studenti se ne vanno dall'università di berna
Studenti e studentesse se ne vanno dall'Università di Berna. KEYSTONE/© KEYSTONE / PETER KLAUNZER

È stato necessario l'intervento (pacifico) delle forze dell'ordine per allontanare un gruppo di studenti e studentesse pro-palestinesi che stavano occupando un edificio dell'ateneo bernese.

Se lo sgombero dell’atrio della sede principale dell’Università di Zurigo è avvenuto spontaneamente martedì a fine pomeriggio (i e le manifestanti se ne sono andati volontariamente dopo aver discusso con il rettorato), mercoledì mattina a Berna è dovuta intervenire la polizia per allontanare studentesse e studenti pro-palestinesi che stavano occupando un edificio dell’ateneo della capitale.

Senza opporre resistenza, i 30 occupanti ancora presenti sul posto mercoledì mattina intorno alle 5, su richiesta della polizia hanno lasciato il sito intonando slogan pro-palestinesi all’esterno degli edifici. Gli agenti hanno poi messo in sicurezza l’accesso all’edificio, impedendo ai giornalisti di entrare nel campus.

Decine di attivisti occupavano diversi locali dell’università, compresa la mensa, da domenica sera. Chiedevano il “boicottaggio accademico delle istituzioni israeliane”, richiesta respinta dal rettorato. L’ateneo aveva dato loro un ultimatum per lasciare i locali, che hanno ignorato. Lunedì il rettorato aveva definito la situazione inaccettabile e annunciato che non avrebbe tollerato alcuna intimidazione da parte di membri dell’università.

Attualità

Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”
fotografie degli ostaggi di hamas

Altri sviluppi

Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese

Questo contenuto è stato pubblicato al Le trattative per la liberazione degli ostaggi in mano ad Hamas sono state sospese. Ad annunciarlo un'emittente israeliana.

Di più Ostaggi in mano a Hamas, trattative sospese
due tossici condividono una dose di fentanyl

Altri sviluppi

Il Fentanyl si fa strada in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al La città di Coira, capitale del canton Grigioni, è diventata uno dei maggiori centri di consumo di stupefacenti in Svizzera. Tra questi anche una "new entry": il Fentanyl.

Di più Il Fentanyl si fa strada in Svizzera
ape su un fiore

Altri sviluppi

In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

Questo contenuto è stato pubblicato al A pochi giorni dalla Giornata internazionale delle api, che cade il 20 maggio, l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha pubblicato venerdì la nuova Lista rossa delle api, che fa il punto sulle specie minacciate.

Di più In Svizzera il 45% delle api selvatiche è minacciato

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR