Navigation

La lingua italiana piace ai liceali svizzeri

tvsvizzera

Sono 8400 gli allievi delle scuole medie superiori della Confederazione che hanno scelto l'italiano come lingua straniera

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2014 - 11:20

Insegnamento dell'italiano nelle scuole superiori in Svizzera: il dibattito è acceso ormai da diversi anni. Molti istituti liceali della Confederazione - non rispettando l'ordinanza concernente il riconoscimento dei diplomi di maturità - hanno relegato la lingua italiana ai margini delle griglie orarie, rendendola di fatto una materia facoltativa o opzionale.

Dai dibattici politici, ripresi poi da diversi media, sembrava che il graduale abbandono dell'italiano fosse (oltre che per ragioni finanziarie) in parte dovuto alla mancanza di interessa da parte degli studenti. Ora l'ASPI (Associazione svizzera dei professori d'italiano) ha pubblicato dati più attendibili sul numero di allievi che seguono le lezioni di italiano. E i risultati sono decisamente diversi da quanto si voleva o poteva immaginare.

L'italiano una lingua viva

Il numero di allievi che apprende l'italiano nei licei della Svizzera francese ammonta a circa 3780. Nella Svizzera tedesca si arriva a circa 3760. Nei Grigioni il numero ammonta a 861 liceali. Si ha così un totale di 8401 liceali che attualmente apprendono l'italiano nei licei d'Oltralpe. Ne deriva che la lingua di Dante è tutt'altro che morta.

Un interesse crescente

Dai dati si nota come la lingua italiana tiene in entrambe le aree linguistiche. Se è pur vero che in qualche scuola il numero di allievi non è molto elevato, va altresì detto che in altre si creano persino due classi di italiano all'anno. Inoltre, tendenzialmente si sta notando un incremento dell'interesse per la lingua italiana nei licei svizzeri. E in qualche scuola, l'italiano arriva a superare lo spagnolo, lingua diventata di moda negli ultimi anni.

Nell'interesse di tutti

Sulla base di questi dati, l'ASPI ritiene che sia nell'interesse del plurilinguismo elvetico e dunque degli studenti promuovere l'italiano come disciplina fondamentale e opzione specifica. Limitarsi all'italiano opzione complementare vorrebbe dire non dare più adeguato spazio all'approfondimento letterario.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.